Esteri

Afghanistan, Ue invoca trasparenza. Talebani mutilano due elettori

 KABUL. L’Unione europea, attraverso il commissario per le relazioni esterne, Benita Ferrero-Waldner, plaude al successo delle elezioni presidenziali in Afghanistan ma ritiene che adesso occorra assicurare trasparenza nel conteggio dei voti.

Il capo degli osservatori Ue, Philippe Morillon, inoltre, fa appello alla “calma e alla responsabilità” ai due principali candidati, l’uscente Karzai e Abdullah, che già stanno sfoderando sondaggi discutibili e proclamando vittoria al primo turno quando invece per attendere l’esito dello spogliooccorreranno settimane.

Intanto,sul voto di giovedì emerge unsospetto inquietante. Secondo la “Fondazione afghana per le elezioni libere ed eque”, la minaccia dei talebani di mutilare gli elettori che fossero andati ai seggi si sarebbe concretizzata in almeno due casi nella provincia meridionale di Kandahar, una delle culle del movimento estremista. A due elettori sarebbero state mozzate le dita. Secondo Nader Nadery, esponente della fondazione che ha monitorato lo svolgimento delle presidenziali, le dita erano sporche di inchiostro indelebile, una misura anti-brogli, ma che permette ai militanti di identificare chi ha votato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico