Napoli Prov.

Scontro al largo di Capri, morto il fratello di Don Luigi

 NAPOLI.E’ morto nel primo pomeriggio, all’ospedale dei Pellegrini, Antonio Saccone, fratello di don Luigi, disperso nella collisione avvenuta venerdì scorso, alle 17.30, al largo di Capri, tra due imbarcazioni.

Le sue condizioni sono peggiorate ulteriormente per una copiosa emorragia interna. Inutile l’immediato trasporto in sala operatoria, per l’anziano ferito non c’è stato nulla da fare.

Travolto dallo yacht Carrera, battente bandiera inglese, guidato da Jean Laurent Simon, il fratello del 71enne vicario della Diocesi di Pozzuoli aveva perso un dito, tranciato quasi del tutto, e riportato un forte trauma ad un’anca.

Intanto, siè persa ogni speranza di ritrovare vivo don Luigi Saccone, sbalzato in mare dal gozzo “Stella Maris” dopo la collisione. Si e’ ancora in attesa di conoscere se i resti rinvenuti in mare ed inviati all’Istituto di Medicina legale del Secondo Policlinico di Napoli, sottoposti all’esame del Dna, appartengano o meno ad un corpo umano.

Nelle ultime ore, gli uomini delle capitanerie di Capri e di Napoli hanno continuato a scandagliare lo specchio di mare al largo dell’isola, eseguendo controlli anche tra gli scogli. Gli esperti sostengono che in quel tratto del golfo il mareè profondo circa 200 metri e le correnti sono sempre molto forti.

Le indagini per accertare cause e responsabilità dell’incidente proseguono.Ilpilota dello yachtè risultato negativo all’esame tossicologico.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico