Campania

Droga, latitante liberiano arrestato sul litorale domizio

 CASERTA. Era ricercato dallo scorso mese di giugno quando era riuscito a sfuggire all’arresto. Il latitante di origine liberiana, B.G., di 33 anni, su cui pendeva un’ordinanza di carcerazione emessa dal Tribunale di Messina, è stato arrestato dai finanzieri di Castel Volturno, nel casertano.

Viaggiava a bordo di un’auto in compagnia della fidanzata, K.B., ventenne ghanese, che aveva addosso oltre 200 grammi di eroina del tipo “Brown Sugar”.

A giugno l’extracomunitario fu bloccato dai finanzieri su un treno proveniente da Napoli e diretto a Palermo. con uno zaino al cui interno vi erano 300 grammi di eroina occultati in un pacco di caffè. A quel punto si dichiarò disponibile a proseguire il viaggio e giungere a Palermo in modo da simulare la consegna della droga al destinatario, che lo aspettava nella stazione del capoluogo siciliano, consentendo quindi il suo arresto.

Giunti a Palermo, l’africano, seguito dai finanzieri, si incontrò con il connazionale K.S., di 29 anni, al quale consegnò lo zaino con l’eroina. Solo che quando i militari tentarono di arrestarli i due reagirono. Nacque una violenta colluttazione a seguito della quale B.G. riuscì a scappare, mentre K.S. venne ammanettato.

Poi, dopo accurate indagini e pedinamenti, la cattura nel casertano. Il liberiano e la fidanzata sono stati rispettivamente associati alle case circondariali di Santa Maria Capua Vetere e Pozzuoli.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico