Aversa

Coppa Italia, la Normanna cerca il riscatto col Barletta

Giovanni Spezzaferri AVERSA. Concluso il primo turno della Coppa Italia di Lega Pro, il presidente Giovanni Spezzaferri commenta la prima uscita ufficiale dell’Aversa Normanna.

«Quella con la Juve Stabia è stata una partita dal duplice volto. Nonostante, infatti, la sconfitta, la squadra allenata da mister Sergio ha dimostrato di avere buone trame di gioco ed un buon carattere, contro un avversario blasonato e fortemente motivato. Sono convinto di poter sostenere che in ogni caso da parte nostra è stato disputato un buon match, dal quale certamente potranno essere tratte indicazioni importanti per il prosieguo della stagione. Siamo stati penalizzati soprattutto sulla destra, dove Zolfo è stato impiegato in un ruolo non suo, a causa degli infortuni che hanno colpito Cozzolino prima, Pistillo e Balestrieri, poi. Con il nuovo acquisto Ciminari sistemeremo anche la fascia destra, ovviando, in tal modo, al neo intravisto a Castellamare. Ora siamo concentrati sulla partita di Barletta (in programma mercoledì, alle 17, presso lo stadio “Puttilli”), per la quale ci stiamo già preparando».

Dal primo confronto in Coppa Italia, dunque, emergono complessivamente indicazioni positive. C’è, tuttavia, da stigmatizzare un episodio avvenuto prima del fischio d’inizio di Juve Stabia – Aversa Normanna: «Alcuni nostri tifosi presenti a Castellamare domenica – dichiara il presidente Spezzaferri – si sono presentati ai cancelli dello stadio “Menti” sprovvisti di biglietti, chiedendo di entrare. La società, venendo ancora una volta incontro ai propri supporters, come da sempre accaduto durante questi anni, ha provveduto a risolvere immediatamente la situazione e consentire loro di assistere al confronto. Colgo, dunque, l’occasione per ricordare ai tifosi che ci seguono in trasferta che bisogna presentarsi sempre muniti di biglietti. Anche per le partite casalinghe del campionato 2009/2010 varrà la stessa cosa. I tagliandi di ingresso allo stadio, infatti, saranno nominativi ed ai nostri tifosi converrà sempre munirsene preventivamente per non avere problemi. Siamo intervenuti a Castellamare, ribadisco, perché la nostra società è un esempio di serietà ed organizzazione per tutto il panorama nazionale calcistico ed in quanto tale adotta comportamenti opportuni. Chiedo, quindi, a tutti i nostri tifosi di adeguarsi alle norme per l’ingresso agli stadi, sia in casa che in trasferta, e far sì che episodi come quello di domenica non si ripetano più».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico