Santa Maria C. V. - San Tammaro

Melorio, la senologia ottiene il “bollino rosa”

ospedale “S.Giuseppe e Melorio” SANTA MARIA CV. L’Unità Operativa di Senologia del presidio ospedaliero “S.Giuseppe e Melorio” di Santa Maria Capua Vetere, di cui è responsabile il dottor Francesco Ascione, è stata riconosciuta tra le strutture nazionali di eccellenza …

… per la cura delle malattie femminili ottenendo un bollino rosa nell’ambito del Progetto Ospedaledonna e rientrando tra i 230 ospedali che a tutt’oggi hanno ottenuto questo prestigioso riconoscimento promosso dall’Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna (O.N.D.a.).

E’ dal 2007 che l’Osservatorio assegna i bollini rosa alle strutture attente alle esigenze delle donne che, con 5 milioni di ricoveri ogni anno – per un totale di 9 milioni di italiani – rappresentano l’utenza maggiore dei servizi sanitari.

L’annuncio delle strutture premiate è stato dato questa mattina a Roma, nella prestigiosa sede di palazzo Marini, nel corso della conferenza stampa per la presentazione della Guida agli Ospedali a misura di donna.

“Siamo alla terza edizione del progetto Ospedaledonna – ha spiegato la dottoressa Francesca Merzagora, Presidente di O.N.D.a – una iniziativa che mette al centro le esigenze delle donne con l’obiettivo di identificare nel panorama sanitario italiano gli ospedali a loro più vicini. Le donne, infatti, rappresentano la principale utenza dei servizi sanitari. Ma quando si ammalano devono fare i conti con ospedali ben poco ‘a misura di donna’, in cui le peculiari esigenze femminili non sono considerate o forse non sono conosciute. A distanza di tre anni dalla prima edizione del progetto è possibile affermare che qualcosa si è mosso. I risultati parlano da sé, con oltre 230 ospedali in rosa presenti sul territorio nazionale. In questa terza edizione, inoltre, si sono svelate eccellenze anche nei centri più piccoli e in provincia fino alle strutture italiane all’estero. L’ospedale per le donne anche in Italia è un traguardo raggiungibile”.

La classifica è stata stilata da una apposita Commissione scientifica presieduta da Laura Pellegrini (Direttore Generale dell’Istituto Malattie Infettive Spallanzani di Roma), che ha ridefinito i requisiti per l’assegnazione dei bollini per una migliore selezione delle strutture: presenza da 1 a 3 unità operative per le malattie di genere, presenza femminile in posizioni dirigenziali con almeno 3 donne nel Comitato Etico e personale infermieristico prevalentemente femminile, produzione di pubblicazioni scientifiche su patologie femminili.

I risultati del bando disponibili sul sito www.ondaosservatorio.it. sono raccolti in una Guida pubblicata con IlSole24Ore.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico