Santa Maria C. V. - San Tammaro

Gosaf, rigettato il ricorso: il Comune non dovrà risarcire

 SANTA MARIA CV. Il tribunale amministrativo della Regione Campania rigetta l’istanza di ricorso presentata dalla Gosaf Spa.

Con sentenza 3717/2009, la sezione Prima ha deliberato in merito alla richiesta avanzata dalla Gosaf per l’annullamento del verbale n. 12 del 24.1.2009 della Commissione di gara del Comune di Santa Maria Capua Vetere per l’affidamento in regime di concessione del servizio di gestione, accertamento, liquidazione e riscossione delle entrate patrimoniali, concludendo che l’impugnativa andasse respinta ed escludendo altresì l’ingiustizia del danno e quindi la fondatezza delle pretesa risarcitoria.

“Con delibera n. 376 e determine n. 66 e 350 del 2004, il Comune di Santa Maria Capua Vetere ha bandito una gara per l’affidamento del servizio di gestione, liquidazione, accertamento e riscossione delle entrate tributarie, extratributarie e patrimoniali per la durata di nove anni. Nel 2005 la procedura è stata aggiudicata alla Gosaf. Nel 2008 il Consiglio di Stato ha stabilito che l’aggiudicazione definitiva venisse annullata su ricorso della seconda in graduatoria e in esecuzione della pronuncia del giudice amministrativo, la stazione appaltante, con determina n. 55 del 24/9/2008 e delibera n. 373 in pari data, ha riattivato la procedura concorsuale, previa risoluzione del precedente contratto ed affidamento della gestione provvisoria del servizio alla società ricorrente. Nel contempo la Commissione ha chiesto ulteriori chiarimenti e giustificazioni alla Gosaf, in base ai quali ha ritenuto l’offerta presentata dalla ricorrente anomala e l’ha quindi esclusa, concludendo la procedura con l’aggiudicazione in favore dell’Ati San Giorgio-Teleservizi. Successivamente, con delibera n. 19 del 30/1/2009, la Giunta municipale ha deciso di non procedere all’aggiudicazione del servizio e di assumere la gestione diretta dell’ente. “La risoluzione di questa vicenda – ha affermato il primo cittadino Giancarlo Giudicianni – ci dà la possibilità di avviare definitivamente l’internalizzazione del servizio di riscossione tributi. Questo comporterà non solo un notevole risparmio per le casse comunali, ma anche una migliore dislocazione e un più efficace utilizzo di tutte le risorse umane di cui l’Ente dispone. Questa sentenza del tribunale amministrativo, dopo quella di qualche giorno fa relativa al concorso per vigili urbani, è un’ulteriore conferma della validità delle scelte di questa amministrazione, che ha sempre operato nel pieno rispetto della legalità e della trasparenza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico