Italia

Sicurezza stradale, niente alcol per giovani patentati

 ROMA. Approvato alla Camera, in commissione Trasporti in sede legislativa, il testo sulla sicurezza stradale. Le nuove norme ora passano al Senato nel tentativo di approvarle prima dell’esodo di agosto.

Ecco alcune delle principali novità previste dal provvedimento.

ARRIVA TASSO ALCOL ZERO – I più giovani e tutti i neopatentati non potranno bere neanche un sorso di birra prima di mettersi alla guida. I nuovi paletti riguardano i conducenti che hanno meno di 21 anni, chi ha la patente da non più di tre anni e i conducenti professionali e di autoveicoli per i quali é richiesta la patente di categoria C, D e E e BK.

NARCOTEST ANCHE DA POLIZIA STRADA – Gli agenti della Polizia stradale potranno fare direttamente on the road l’esame per verificare l’assunzione di sostanze stupefacenti ma alla presenza di personale sanitario ausiliario. In caso di rifiuto da parte del guidatore o di assenza del personale sanitari gli agenti accompagneranno i guidatori presso una struttura sanitaria dove effettuare gli esami.

CARCERE FINO A 15 ANNI – E’ questa la pena massima che si rischia se si è al volante ed è in stato di ebbrezza con un tasso alcolemico superiore a 1,5 o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e si è responsabili di un incidente mortale che coinvolge più persone.

MULTE ANCHE PER CHI NON SOCCORRE ANIMALI
– Da 389 a 1559 euro di multa per chi in caso di “incidente con danno a uno o più animali domestici, da lavoro o protetti, non ottempera all’obbligo di fermarsi”.

ESERCIZI DI GUIDA DA 17 ANNI – Il minore deve essere titolare di patente A e deve essere accompagnato da un conducente titolare di patente B da almeno dieci anni.

TARGA PERSONALE
– La targa non seguirà più le vicende giuridiche del veicolo ma quelle dell’intestatario.

SCATOLA NERA E CASCO ELETTRONICO – Arriva la scatola nera anche per le auto. Voluta anche dalle assicurazioni registra variazioni di velocità e frenata, risultando utile in caso di sinistri e incidenti. Il casco elettronico, se non ben allacciato, non permette al motociclo di accendersi.

LEZIONI AUTOSTRADA – Lezioni anche in autostrada e di notte: chi vuole prendere la patente dovrà cimentarsi anche con condizioni di guida più difficili di quelle in città.

EDUCAZIONE STRADALE – Dall’anno scolastico 2010-2011 i corsi sull’educazione stradale a scuola diventano obbligatori.

ADDIO PATENTE DI CARTA – Anche chi rinnova il permesso di guida, avrà la credit card al posto del vecchio permesso cartaceo.

CERTEZZA DELLA PENA, STOP CONGELAMENTO SANZIONI – Chi incappa in una sanzione e fa ricorso al giudice di pace non potrà più sfruttare la cosiddetta ‘sospensione’ della sanzione stessa. Si dimezzano invece i tempi per la comunicazione dell’infrazione: si passa dagli attuali 150 giorni a 90 giorni.

CERTIFICATO ANTIDROGA PER GUIDATORI CAMION – Chi è in possesso di una patente per veicoli ‘pesanti’ (anche pullman) dovrà esibire una prova che attesti il non uso di alcol e droghe.

ARRIVA MEDICO SPIA – Il medico che venga a conoscenza di una patologia di un suo assistito, che determina una diminuzione della idoneità alla guida, deve darne comunicazione scritta e riservata al ministero delle Infrastrutture.

MULTE PIU’ SALATE, MA C’E’ SCONTO PUNTI
– Chi pigia sull’acceleratore e supera i limiti di velocità tra i 40 e i 60 km/h pagherà tra 500 e 2mila euro ma vedrà i punti ridursi di sei unità e non più di dieci, mentre chi supera di 60 km/h il tetto pagherà tra gli 800 e i 3200 euro.

GIRO DI VITE PER CHI NON RISPETTA PEDONI – Chi non fa spazio a polizia e ambulanze vedrà i propri punti decurtati di 5 unità e sale la sanzione per chi non rispetta i pedoni (8 punti contro i 5 precedenti). Se le strisce non ci sono, la sanzione é più bassa ma comunque raddoppia.

MULTE PER CHI NON RISPETTA ECOPALETTI – Multe da 155 a 624 euro per chi circola “con un veicolo appartenente, relativamente alle emissioni inquinanti, a categorie inferiori a quelle prescritte”. Se poi si commette l’infrazione due volte nel giro di un biennio si rischia la “sospensione della patente di guida da quindici a trenta giorni”.

(Ansa)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico