Gricignano

Il consigliere Autiero lascia l’Udeur e aderisce al Pd

Luigi Autiero GRICIGNANO. Il consigliere comunale Luigi Autiero lascia l’Udeur e aderisce al Partito Democratico.

In una lettera inviata alla nostraredazione, il giovane architetto ringrazia il suo ormai ex capogruppo consiliare Luigi Diretto e saluta i suoi nuovi dirigenti di partito, spiegando i motivi che lo hanno indotto a tale scelta.

“Dopo circa due anni di militanza nell’Udeur, ho deciso di dimettermi dalla carica di segretario cittadino del partito, annunciando allo stesso tempo la mia adesione al Pd che deriva da scelte prettamente politiche e non arrivistiche.

Scelte che, per meglio farle comprendere, mi inducono a rievocare alcuni avvenimenti politici degli ultimi due anni. Innanzitutto, voglio ricordare ai lettori, ed in particolare a chi lo ha dimenticato, che il Pd nasce dalla fusione e dalla moderazione degli ideali politici dei due partiti, la Margherita e i Ds, il 14 ottobre del 2007, data del primo congresso nazionale del movimento politico. Il neonato partito così delineatosi coi suoi propositi ha da subito suscitato in me un’attrazione sempre crescente; attrazione frenata solo dallo splendido rapporto di amicizia e di rispetto reciproco che mi legava e mi lega ai miei compagni di esperienza politica all’interno dell’Udeur, in particolare al capogruppo del partito e consigliere comunale Luigi Diretto, ed ial nostro referente di partito alla Regione Campania, il consigliere regionale ed amico Nicola Caputo. Proprio quest’ultimo successivamente ha dato inizio al mio percorso di avvicinamento al Pd, iniziato nel giugno del 2008 a seguito del cosiddetto ‘terremoto politico’ (così come fu definito dai media) che colpì l’Udeur quando gran parte degli esponenti nazionali e regionali del partito migrarono verso il Pd alla ricerca di nuovi stimoli e nuovi equilibri, tra i quali lo stesso Nicola Caputo.

La ricerca di rinnovati stimoli politici e di equilibri iperstatici, oggi, a distanza di un anno, mi porta ad emulare lo stesso passo, cioè l’adesione al Pd, che può e deve essere vista come la naturale evoluzione o meglio un passaggio obbligato nel partito che oggi maggiormente mi rappresenta, attraverso regole certe e partecipazione democratica garantita; un partito plurale ed aperto, ma soprattutto non ideologico, capace di svolgere una funzione riformatrice in ambito sia nazionale che locale, come dimostrano le ultime leggi in materia di risparmio energetico, promosse proprio dal Pd, argomento a me molto caro col quale per motivi professionali mi ritrovo a confrontarmi quotidianamente ed altri che non sto ad elencare.

Un ringraziamento va a coloro, che hanno reso possibile la concretizzazione di tale passaggio: in primis il sindaco Andrea Lettieri, massimo esponente del Pd a Gricignano e non solo, che ringrazio per la fiducia accordatami in passato ed oggi rinnovata, che in egual misura ricambio; il consigliere regionale ed amico Nicola Caputo per i continui incoraggiamenti; il coordinatore cittadino ed il vice coordinatore del Pd, gli amici di infanzia Attilio Guida e Vincenzo Viglione, per l’eccelso lavoro svolto finora all’interno del partito; tutti i consiglieri comunali ed i dirigenti con cui ho condivido l’esperienza politica in questi anni e che ora metto nelle mani del partito; tutti gli altri membri del Pd, che mi accolgono nella loro grande famiglia. In ultimo, ma non per importanza, un ringraziamento particolare va all’amico Luigi Diretto che mi ha supportato ed affiancato nei due anni di militanza nell’Udeur, la cui differente visione della politica locale ci porta ora a percorrere strade divergenti, con l’augurio reciproco, anzi con la convinzione che il nostro percorso politico si re-interfaccerà.

Il mio impegno all’interno del Pd, in questo momento delicato per la politica del nostro Comune, sarà volto alla concretezza con un occhio di riguardo alle priorità, per dare risposte ai bisogni della cittadinanza, per continuare ad attuare una politica che non sia autoreferenziale ma trasparente ed efficace.

Concludo ribadendo di entrare nel Pd senza manie di protagonismo, sapendolo composto da membri capaci e responsabili, con i quali saprò confrontarmi per il continuo rilancio di Gricignano e della politica, cosciente di trovarvi amici coetanei e non, con i quali vi sono già state occasione di confronto politico in passato, portandomi dietro l’esperienza di questi tre anni di amministrazione e mettendola ulteriormente a disposizione di tutti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico