Gricignano

I dissidenti danno forfait, la crisi nelle mani di Lettieri

da sin. Diretto, Barbato e D'AngeloGRICIGNANO. Chi ipotizzava il passaggio in opposizione dei “dissidenti” della maggioranza Lettieri in occasione della seduta consiliare di giovedì mattina è rimasto deluso.

Nulla è cambiato anche perché i diretti interessati hanno dato forfait: Giuseppe Barbato e Andrea D’Angelo, gli assessori che di recente hanno rimesso le rispettive deleghe (lavori pubblici, sport-cultura-spettacolo) nelle mani del Pd, e il capogruppo dell’Udeur e delegato alla pubblica istruzione Luigi Diretto.

In realtà, ognuno di loro ha giustificato le assenze (motivi personali, cerimonie, etc.). Tuttavia, che sia stata o meno una decisione “strategica”, la spaccatura all’interno della maggioranza è palese. Il trio Barbato-D’Angelo-Diretto ormai è consolidato, in netto contrasto con il sindaco e, quindi, prossimo a passare tra i banchi dell’opposizione. Ma, vista che questa opzione è saltata giovedì mattina e si dovrà attendere la prossima convocazione dell’Assise, salvo “riappacificazioni” (in politica mai dire mai), la prossima mossa ora tocca a Lettieri che entro il 10 luglio chiuderà la verifica amministrativa, nominando due nuovi assessori per sostituire Barbato e D’Angelo. In lizza ci sono i consiglieri Tonino Guida (Pd) e Luigi Autiero (Udeur), quest’ultimo che sembra aver preso le distanze dal suo capogruppo.

Lettieri, pur perdendo i tre consiglieri, avrebbe comunque i numeri per continuare il suo mandato, visto che nei mesi scorsi (al termine della prima crisi politica generata dagli stessi “dissidenti”) ha “guadagnato” tre consiglieri in più con il passaggio dall’opposizione alla maggioranza dei demcoraticiGuida e Carmine Froncilloe di Giuseppe Iuliano (Udc).

da sin. Di Ronza, Lettieri, RussoUna crisi su cui ha posto l’accento, giovedì mattina, il consigliere di opposizione Andrea Moretti che ha addirittura auspicato un ritorno alle urne per dare alla cittadinanza “una maggioranza solida e non una che sopravvive facendo accordi sottobanco”.

Per quanto riguarda la cronaca della seduta consiliare, approvati tutti i punti all’ordine del giorno. A partire dal rendiconto della gestione finanziaria 2008, su cui ha relazionato l’assessore al bilancio Giacomo Di Ronza,informando che il Comune per il 2008 ha rispettato il Patto di stabilità e registrato un avanzo di 200mila euro.

Citando le entrate di cassa e la lieve flessione di 260mila euro rispetto al precedente anno, Di Ronza si è dimostrato critico nei confronti della Iap, società che gestisce la riscossione dei tributi comunali, addebitando tale flessione al numero di accertamenti. E ha proposto che, alla scadenza del contratto con la società, il Comune gestisca autonomamente il servizio. Sulla stessa lunghezza d’onda il consigliere di opposizione Moretti, il quale, però, ha definito “ripetitivo” e “inconcludente” l’atteggiamento dell’amministrazione nei confronti della Iap. Di Ronza, da parte sua, ha fatto presente che si era provato qualche anno fa ad annullare il contratto, aprendo un contenzioso, ma i legali incaricati dal Comune suggerirono di attendere la scadenza.

Si è poi passati all’approvazione del debito fuori bilancio di 9mila euro da assegnare alla ditta “Campania Fer”, incaricata di installare barriere per evitare l’accesso alle abitazioni sequestrate dall’autorità giudiziaria lo scorso anno nella zona Pip di Gricignano. Incarico conferito senza impegno di spesa da parte del Comune poiché da eseguire d’urgenza su disposizione della Procura.

Approvate anche alcune variazioni al bilancio di previsione 2009, riguardanti lo stanziamento di fondi per manutenzione straordinaria dell’impianto elettrico della villa comunale, per il ripristino dell’orologio civico di Piazza Municipio, per il trasporto di alunni in occasione di visite guidate organizzate dalla Direzione didattica, per la realizzazione di un bassorilievo di bronzo raffigurante il sindaco emerito Emerico Buonanno a cui sarà intitolata prossimamente l’aula consiliare, per la realizzazione dell’iniziativa “Un albero per ogni neonato”.

Si anche al regolamento per la videosorveglianza sul territorio comunale con sistema wireless. A relazionare su quest’argomento il vicesindaco Francescantonio Russo: “Un progetto destinato a combattere il fenomeno della criminalità e dell’abbandono dei rifiuti”. Il servizio, che sarà fornito dalla Telecom, costerà 120mila euro, da pagare in sessanta mesi.

Approvata, infine, l’ubicazione nello stadio comunale di via Falciano del ripetitore della Wind. A tal proposito, l’assessore Di Ronza ha manifestato l’intenzione di installare i ripetitori in siti comunali individuati dalla Facoltà di Scienze ambientali della Seconda Università degli Studi di Caserta – con la quale l’Ente ha stipulato una convenzione per il monitoraggio dei campi elettromagnetici – in modo tale che sia il Comune a percepire gli introiti derivanti dal fitto dei terreni.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico