Caserta

I giovani di Sinistra e Libertà Caserta a raccolta

Sinistra e Libertà CASERTA. Nasce spontaneamente l’iniziativa di dibattito politico organizzato dai giovani di Sinistra e Libertà della provincia di Caserta.

L’incontro è previsto per venerdì 24 luglio, alle ore 19, nella sede provinciale del Partito Socialista. L’iniziativa nasce con l’obiettivo di continuare l’importante e positiva esperienza delle elezioni europee che hanno visto oltre il buon risultato elettorale una inedita interazione tra persone di sinistra della provincia di Caserta dove con la candidatura della giovane Grazia Massaro si è messo in moto un nuovo entusiasmo che deve assolutamente continuare per trasformare Sinistra e Libertà da alleanza elettorale a formazione politica unitaria.

“Ci teniamo a sottolineare – si legge in una nota dei giovani – che l’incontro è assolutamente aperto a quanti sono interessati al nuovo progetto politico a prescindere dai movimenti o partiti dei quali oggi fanno parte, e soprattutto ai giovani che non hanno mai fatto parte di strutture organizzate. Vogliamo infatti aprire una fase del tutto nuova, per idee, modalità e persone. Vogliamo prendere di petto i veri problemi che mettono in ginocchio la nostra provincia. Oggi più che mai è importante attivare politiche sul lavoro, politiche sulla questione ambientale, attualmente aggravata dall’inquinamento delle acque marittime, che sta provocando non pochi danni economici agli operatori turistici, e insieme ad essa prendere in considerazione una seria opera di riqualificazione di tutto il litorale domitio per uscire definitivamente e strutturalmente dalla crisi industriale /economica. Bisogna parlare di immigrazione senza fare demagogia ma comprendendo realmente come i flussi migratori possono essere resi compatibili con le possibilità di lavoro regolare. Fondamentale risulta essere la questione giovanile, in una provincia che stenta a dare risalto ai talenti artistici oltre che al proprio patrimonio culturale. Insomma è necessario che le nuove generazioni prendano in mano la situazione per rompere i vecchi schemi della politica e realizzare una nuova sinistra, partecipata, larga, plurale non ideologica ma concreta. Oggi ciò è possibile ma solo se i giovani sapranno superare, partendo da se stessi, la grande sfiducia che oggi hanno della politica”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico