Campania

Salerno, due imprenditori si uccidono a vicenda

 SALERNO. Si sarebbe trattato di un doppio omicidio quello avvenuto a Teggiano, in provincia di Salerno, che ha avuto come vittime Antonio Di Mieri, 58 anni, e Vincenzo Amato, 69 anni, titolari del salumificio “Il Principino”.

Idue si sarebbero colpiti utilizzando la stessa pistola, una Beretta 765 semiautomatica, proprio all’internodel salumificio situato nell’area industriale di Codaglioni. A colpire per primo sarebbe stato Amato che ha sparato tre colpi al petto e all’addome Di Mieri. Quest’ultimo, ferito, sarebbe riuscito a impossessarsi dell’arma e, a sua volta, avrebbe sparato ad Amato un colpo alla testa, uccidendolo. Di Mieri, pur essendo ferito, sarebbe uscito dal salumificio e scappato a bordo della propria auto portando con sè la pistola. Arrivato a casa si sarebbe fatto accompagnare dal figlio in un ospedale vicino, ma sarebbe morto prima di raggiungerlo.

Gli inquirenti hanno accertato che la pistola utilizzata dai due imprenditori è di proprietà del fratello di Di Mieri. L’arma era legalmente detenuta maè ancora da chiarire sesi trovasse già presso il salumificio o se fosse stata portata lì da Di Mieri in previsione dell’incontro di lavoro con il proprio socio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico