Campania

Romano interviene su Stazione Unica Appaltante e Piano Casa

 NAPOLI. Il Capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale della Campania Paolo Romano ha rilasciato la seguente dichiarazione.

“L’istituzione della Stazione Unica Appaltante, organismo che invochiamo da tempo e sul quale ho personalmente avuto modo di confrontarmi in passato con diversi Prefetti della Campania, è un’ottima notizia. Come sostenni in tempi non sospetti, ci auguriamo ora che questa opportuna attenzione rivolta alle opere pubbliche più rilevanti, non valga a trascurare l’impegno altrettanto necessario su quelle minori, sul fronte cioè del diffuso fenomeno della parcellizzazione degli importi nelle gare d’appalto particolarmente utilizzato negli enti locali. In questo senso torno ad invitare tanto il ministro Maroni quanto i Prefetti della Campania ad accendere i loro riflettori anche sulla impressionante miriade dei cosiddetti miniappalti che nascondono, frazionandola, una spesa di proporzioni ragguardevoli intorno alle quali, come pure riporta la cronaca giornalistica, girano sempre le stesse imprese che non sempre brillano per trasparenza”.

Il capo gruppo Romano è intervenuto anche in merito al piano casa che sta dividento maggioranza e opposizione: “Finché il Consiglio regionale resterà alla mercé degli umori del centrosinistra non ci sarà per la Campania alcuna possibilità di riscatto. Anche oggi l’esito della seduta del Consiglio, laddove il centrodestra si è presentato con le migliori intenzioni per approvare provvedimenti attesi e indispensabili, ha dato l’esatta misura di una situazione non più sostenibile: quello di un organismo legislativo ostaggio degli appetiti politici interni ad un Partito e ad una coalizione che di tutto si preoccupa fuorché di tirar fuori da una condizione di grave involuzione la nostra regione, le nostre comunità. A questo punto, i partiti del centrosinistra e il presidente della regione dicano chiaramente che non vogliono il Piano Casa, il Decentramento, e tutti gli altri provvedimenti in agenda. Lo dicano pubblicamente ai cittadini ai quali per anni si è negato il diritto ad un alloggio o a qualcosa di decentemente analogo, lo dicano agli imprenditori le cui attività languono a dir poco”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico