Campania

Romano eTaglialatela (Pdl): “Bassolino irresponsabile”

 NAPOLI. Il presidente del Gruppo di Forza Italia in Consiglio regionale della Campania Paolo Romano ha rilasciato la seguente dichiarazione.

“Aprire un contenzioso prima e impugnare poi un decreto di commissariamento è sotto il profilo istituzionale, la peggiore cosa che un Presidente di Regione possa fare. Bassolino, dunque, scegliendo apertamente la strada dello scontro esce allo scoperto smentendo sé stesso, mortificando gravemente quel dovere di collaborazione istituzionale pure sbandierato fino a ieri, finché insomma gli è convenuto. Le conseguenze di queste irresponsabili scelte saranno purtroppo gravi per i cittadini, né credo gli porteranno alcun giovamento politico. Intanto, il contenzioso aperto col Governo per ottenere quei fondi che dice di dover avere subito, allungherà enormemente i tempi degli eventuali relativi trasferimenti finanziari portando così la Regione a dover imporre nuove e pesantissime tasse per scongiurare il dissesto. Proprio come stava accadendo nel Lazio, dove Marrazzo ha dovuto accettare di buon grado il commissariamento e dunque l’avvio del necessario percorso virtuoso per risanare il grave deficit e ridare certezza di diritto ai cittadini. Parimenti grave è il voler impugnare un decreto, ben sapendo di uscirne perdente: è infatti l’evidente tentativo di scongiurare l’applicazione della norma della legge di conversione del decreto 159/2007, norma mai abrogata, che impone nei fatti al Presidente della Regione-Commissario alla Sanità di dover restituire le altre deleghe commissariali (alle bonifiche, all’emergenza idrogeologica, ecc.) evidentemente più redditizie sotto il profilo politico e clientelare. Senza contare le altre conseguenze in termini di incertezza e, questa volta sì, di vero caos a cui Bassolino espone l’intera Campania”.

Anche il vice capogruppo alla Camera dei Deputati Marcello Taglialatela (Pdl) è intervenuto in merito alla questione della decisione di Antonio Bassolino: “Le esternazioni di Bassolino confermano che siamo di fronte non ad un soggetto istituzionale ma ad un abile mentitore ed un pessimo amministratore. Le sue scelte che creano un guazzabuglio istituzionale non tengono infatti conto delle esigenze reali dei cittadini ma solo del proprio tornaconto politico. A tutt’oggi il Piano Ospedaliero regionale varato tre anni fa continua a rimanere inattuato e sebbene, da due anni, la Sanità regionale sia sotto monitoraggio, continua a produrre deficit. Inoltre, la giunta Bassolino continua ad emanare provvedimenti e delibere che vengono dichiarate incostituzionali o bocciate dal Tar”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico