Campania

Piazza Bellini, si costituiscono aggressori: “Non c’entra omofobia”

Maria Luisa Mazzarella NAPOLI. Si sono costituiti dai carabinieri, nella giornata di martedì, accompagnati dai loro avvocati, i tre ragazzi che lo scorso 22 giugno aggredirono in piazza Bellini la giovane Maria Luisa Mazzarella di Villa Literno (Caserta).

Secondo la versione finora fornita da quest’ultima, i tre, tutti maggiorenni, avrebbero ingiuriato e preso a schiaffi il suo amico gay, picchiando anche lei per essere intervenuta in suo aiuto. Mentre gli aggressori hanno sottolineato che l’omofobia non c’entra nulla, che è stata tutta una montatura. Ai militari hanno riferito che avevano iniziato a litigare con il suo amico perché questi, al loro passaggio, li aveva guardati e subito dopo si era spostato in avanti la sua borsa, come se avesse paura di uno scippo. Un gesto da loro ritenuto “offensivo”. Da lì sarebbe partita una lite, e dalle parole si sarebbe passati alle mani.

Due versioni dei fatti differenti, nessuna delle quali, comunque, giustifica l’aggressione. Infatti, i tre giovani sono stati denunciati a piede libero per lesioni aggravate. Il pm Paolo Di Sciuva dovrà decidere se aggiungere l’aggravante dell’omofobia.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico