Campania

Droga sul litorale domizio, carabinieri eseguono 5 arresti

Carabinieri CASERTA. Nel tempo ha smantellato un’organizzazione criminale dedita alla detenzione ed allo spaccio di droga sul litorale domizio e nel basso Lazio.

E’ l’operazione “Riscatto”, eseguita alle prime ore dell’alba dai militari della Compagnia Carabinieri di Mondragone, agli ordini del capitano Alessandro Barone, coordinati e diretti dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Napoli.

Nel corso dell’operazione, che ha interessato le province di Caserta, Napoli, Reggio Calabria e Latina, i carabinieri hanno dato esecuzione a cinque ordinanze di custodia cautelare nei confronti di una strutturata organizzazione dedita all’approvvigionamento, alla detenzione ed allo spaccio al minuto di ingenti quantità di sostanze stupefacenti.

In manette due italiani, Bruno Fasciani, 56 anni, originario di Monte Urano (Ascoli Piceno) e residente ad Aprilia (Latina), e Renato Giallonardi, 39 anni, di Cassino (Frosinone); e di tre africani: Helen Ilenyba Obaseki, 45 anni, nigeriana, residente ad Aversa (Caserta), Oyo Ibeueve, 39 anni, liberiano, soprannominato “Dandy”, residente a Castel Volturno (Caserta), e Michale Chukwuka Nwafor, 38 anni, nigeriano, residente a Mondragone (Caserta).

Bruno Fasciani Renato Giallonardi

Bruno Fasciani

Renato Giallonardi

L’attività investigativa è stata avviata nel mese di luglio 2004, monitorando alcuni soggetti extracomunitari residenti nelle province di Caserta e Napoli che si rifornivano di sostanza stupefacente del tipo cocaina ed eroina principalmente in Castel Volturno. Con il coordinamento della Dda di Napoli sono state eseguite numerose intercettazioni telefoniche, seguite da pedinamenti e da altre attività di riscontro da parte della polizia giudiziaria che ha consentito di eseguire arresti in flagranza e sequestri di significative quantità di sostanze stupefacenti.

In particolare, le indagini hanno consentito di pervenire all’identificazione di tutti i componenti di un sodalizio criminoso dedito al traffico internazionale di stupefacenti, con base logistica in Castel Volturno, al cui vertice si individuavano cittadini extracomunitari di nazionalità nigeriana. Nel corso dell’attività si accertavano diversi livelli organizzativi e strutturali dell’attività di approvvigionamento, fornitura e smercio di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti del tipo cocaina e eroina. Si rilevava che lo stupefacente veniva importato dalla Spagna e dalla Olanda per essere poi rivenduto all’ingrosso sul litorale domitio e di seguito al minuto nelle varie aree campane e laziali individuate.

Ibeueve Nwafor Obaseki

Oyo Ibeueve

M. C. Nwafor

H.I. Obaseki

Nell’ambito delle attività di riscontro venivano effettuati 41 arresti in flagranza di reato e venivano sequestrati complessivamente 7 chilogrammi di sostanze stupefacenti nonché 17mila euro circa in contanti e titoli, oltre ad auto e telefoni cellulari utilizzati per il narcotraffico.

L’operazione ha in sostanza consentito di smantellare vari punti di spaccio di particolare interesse nei comuni di Castel Volturno, Aversa, Mondragone, Napoli ed altri comuni del Basso Lazio. Sono ancora in corso le ricerche di due soggetti resisi irreperibili.

Prosegue, dunque, l’opera di contrasto dei carabinieri e dell’autorità giudiziaria a tutte le attività criminali da cui le organizzazioni delinquenziali territoriali ed internazionali riescono a trarre significativi proventi illeciti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico