Campania

Cesaro vara la nuova giunta provinciale. Udc critico

Luigi CesaroNAPOLI. Il presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, ha varato la sua giunta. Vicepresidente sarà Gennaro Ferrara, poi Giuseppe Caliendo, Valeria Casizzone, Maria Lucia Galdieri, Antonio Iervolino, Antonio Iorio, Franco Malvano, Luigi Muro, Severino Nappi, Aniello Palumbo, Antonio Pentangelo, Francesco Pinto.

“Si tratta – spiega Cesaro – di un esecutivo di alto profilo, scelto in piena autonomia, che certamente sarà all’altezza delle sfide con le quali dovrà quotidianamente confrontarsi la Provincia di Napoli. Nei prossimi giorni provvederò anche alla distribuzione delle deleghe, che, ovviamente, terranno conto delle specifiche competenze di ciascun assessore”.

Annunciata anche l’istituzione di una cabina di regia tecnica e una consulta politica. “La prima – anticipa il presidente dell’ente di piazza Matteotti – avrà il compito di monitorare la qualità e la quantità della spesa. A farne parte saranno soprattutto dei tecnici scelti in maniera bipartisan, purchè con professionalità coerenti con l’incarico che andranno a ricoprire. Della consulta politica saranno, invece, chiamati a farne parte i rappresentanti dei quattordici partiti e movimenti che hanno sostenuto la mia candidatura. A loro spetterà il compito di verificare lo stato dei lavori del programma che, tutti insieme, abbiamo a suo tempo sottoscritto». «In questa prospettiva, se legalità e sicurezza, continuano a essere questioni prioritarie del mio programma di governo, altrettanta attenzione sarà posta alla lotta agli sprechi, cominciando con una scrupolosa rivisitazione di tutte le società partecipate. Un modus operandi – conclude Cesaro – condiviso da tutta la squadra, che già a partire dai prossimi giorni sarà messa in condizione di poter lavorare al meglio”.

Dall’Udc, però, si levano voci di dissenso: ilcapogruppo consiliareBiagio Iacolare afferma che le nomine “non sono state concordate nè a livello locale nè a livello nazionale. Anzi, si è trattato di accordi nascosti, disattendendo le indicazioni di Roma, condivise anche a livello napoletano. Auspico che il presidente Cesaro riveda al più presto le sue decisioni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico