Aversa

Strisce blu, i residenti del parco Argo protestano

 AVERSA. Aversa si colora di blu. Potrebbe essere questo lo slogan da attribuire alla nuova campagna dell’amministrazione comunale sull’utilizzo e la creazione di zone di sosta a pagamento.

Infatti da qualche giorno, è stata presa di mira nientemeno che l’area più popolosa della città, la zona tra il parco Argo ed il Parco Coppola. Magicamente sono apparse strisce blu, in ogni più recondito angolo compreso tra Via Giotto e via Michelangelo. Ma i residenti non ci stanno, ed hanno affidato il loro sfogo a Lello Iorio, presidente dell’Associazione Consumatori della Provincia di Caserta: “Prima i paletti, ora le strisce blu. Stanno rendendo invivibile una zona tanto trafficata come quella del parco argo. Molti residenti (qui è presente il più alto numero di persone su metro quadro dell’intera città) abitano in condomini senza parcheggio interno, inoltre tra Inps, Carabinieri e studi privati, sono molti gli utenti che si recano ogni mattina a lavoro. Dovranno da oggi sborsare una cifra anche coloro che lavorano 8 ore al giorno in questi uffici. Una vergogna. L’associazione sta raccogliendo firme che presenteremo al Difensore Civico ed alle autorità Competenti”.

Insomma una situazione davvero insostenibile, soprattutto perché, come nel caso di via Giotto, le strisce poste su ambedue i lati della strada rendono impraticabile anche il passaggio pedonale. Senza parlare poi del transito di carrozzine o persone anziane. Ma come sempre gli interessi del cittadino devono soccombere all’interesse delle casse, quelle che da domani saranno rimpinguate da nuovi grattini.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico