Aversa

Bertolaso decreta il fallimento della politica di Ciaramella sui rifiuti

 AVERSA. I segretari cittadini dei Comunisti Italiani e di Rifondazione Comunista Marco Monica e Giovanni Savino con il responsabile regionale ambiente e territorio Pdci Luca De Rosa hanno inviato una nota stampa in merito alla decisione di Bertolaso sullo scioglimento dei comuni.

“Il sindaco di Aversa Domenico Ciaramella, se avesse dignità politica, dovrebbe rassegnare le proprie dimissioni. Questa volta a sconfessare l’operato del primo cittadino del Pdl è il commissario straordinario per l’emergenza rifiuti in Campania Guido Bertolaso, Sottosegretario del Governo sostenuto dallo stesso schieramento politico che appoggia Ciaramella. Bertolaso ha stilato la lista degli 11 comuni che devono essere sciolti per essere stati incapaci di avviare la raccolta differenziata. In un quadro di generale di disastro, questi 11 comuni sono quelli che, più degli altri, non hanno fatto assolutamente nulla. Aversa è tra le città incriminate. Ciaramella governa da più di sette anni e in tutto questo tempo non è stato in grado di avviare uno straccio di raccolta differenziata. Eppure Ciaramella ha aumentato la TARSU a livelli stratosferici: quest’anno è stata aumentata di un altro 15% e la spesa annuale per i rifiuti ha superato i dieci milioni di euro. Ciaramella, senza pudore e in dispregio delle indicazioni dell’opposizione, sperpera anche i fondi che la regione gli ha messo a disposizione: i fondi regionali per avviare la raccolta differenziata sono stati infatti usati da Ciaramella per comprare 181 nuovi bidoni per l’indifferenziato. Al danno, quindi, aggiunge anche la beffa. In questi sette anni di amministrazione, come Sinistra, abbiamo proposto modelli, bandi, percorsi per avviare seriamente la raccolta differenziata; le associazioni hanno dato un contributo quotidiano reale e fattivo, auto organizzando quel po’ di differenziata che oggi c’è. Invece, in questi sette anni Ciaramella è stato sordo a tutto ciò e non è stato in grado di muovere un solo passo nella direzione della raccolta differenziata. L’unico suo reale interesse ed operare è stato nella spartizione dei posti di potere nel consorzio Ce2. Il passo che oggi Ciaramella può compiere per assicurare agli aversani un virtuoso ed economico sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti è quello delle dimissioni, l’unico passo che gli può impedire di fare altri danni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico