Sant’Arpino

“Chi ha paura della politica del fare?”

Di Santo con altri esponenti della maggioranzaSANT’ARPINO. “Parole, Parole, Parole…soltanto Parole. Prendendo in prestito l’indimenticabile duetto fra Mina e Alberto Lupo, potremmo riassumente in questo inciso la solita canzone stonata cantata dal giorno delle elezioni dalla minoranza”.

Così inizia un volantino del gruppo di maggioranza “Alleanza Democratica”. “Di fronte all’operato della giunta Di Santo, – continua la maggioranza – che ha fatto della politica della concretezza e delle risposte alla gente il proprio filo conduttore questi personaggi in cerca d’autore non sanno fare altro che mettere parole, lontane dalla verità, una in fila all’altra. È chiaro che la minoranza sia in preda ad una crisi di nervi e di identità, alla luce del consenso sempre più ampio della maggioranza fra la popolazione che sta apprezzando il raggiungimento e la realizzazione degli obiettivi programmatici fissati e che sta dando tutte le risposte che aveva promesso in campagna elettorale, risolvendo uno ad uno gli innumerevoli problemi lasciatici in eredità. E, paradosso dei paradossi, oggi il Partito Democratico ci viene a chiedere spiegazioni sullo stato delle aule dei nostri istituti scolastici, sullo smaltimento dei rifiuti tossici e nocivi, sul funzionamento dell’Ecocentro, sulla nostra politica tributaria e su tante altre questioni. Domande legittime, ma a cui manca una premessa indispensabile, quella del riconoscimento che tutte queste problematiche, non solo non erano state risolte da quanti oggi siedono in minoranza, ma non erano nemmeno state affrontate da questi pseudo-amministratori”.

“Presi da una certa megalomania – prosegue il volantino – evidentemente i nostri predecessori pensavano di vivere a New York e ai cosiddetti ‘grandi progetti’, dimenticandosi di affrontare i problemi della quotidianità. La giunta Di Santo, con forte senso di responsabilità, sin dal suo insediamento, si è fatta carico di tutte le questioni sul tappeto e intervento dopo intervento le sta risolvendo, come dimostrano i lavori che da tempo interessano i nostri plessi scolastici”. “Sulla questione dei rifiuti e dell’Ecocentro è palese la mancata conoscenza della reale situazione da parte degli esponenti dell’opposizione, che invitiamo a visitare la struttura per verificarne il perfetto funzionamento, oltre che a chiedere delucidazioni al consigliere di minoranza architetto Elpidio Maisto, responsabile dell’ex Geo Eco”.

“A proposito, leggendo le ultime affermazioni della minoranza abbiamo il fondato timore che non tutti i nostri oppositori facciano la raccolta differenziata. Anzi, in questi giorni abbiamo notato la presenza di rifiuti ingombrati nei pressi dell’abitazione dei genitori di un consigliere del Pd. Cogliamo l’occasione per rammentare che questa tipologia di rifiuti va conferita presso l’Ecocentro. E la pochezza delle argomentazioni dell’opposizione è dimostrata anche dal continuo ritornare sempre sulle stesse questioni come la rimozione delle campane per il vetro, decisione dovuta alla loro trasformazione in mini discariche a cielo aperto, o sulla devoluzione dell’indennità del sindaco. Non vi va giù il fatto che il primo cittadino abbia mantenuto da subito l’impegno assunto con i santarpinesi dando la propria indennità di carica ad un sodalizio benefico composto per la stragrande maggioranza, a cominciare dal presidente, da persone estranee alla famiglia Di Santo”.

“Per non parlare delle luminarie natalizie che sono custodite in attesa di essere utilizzate in occasione delle festività di fine anno. Insomma, siamo alle solite. Falsità sparate al vento da chi non ha alcuna proposta politica e programmatica per il futuro del nostro paese e che si sente messo spalle al muro dall’operato di una maggioranza che in poco più di anno ha realizzato molto più di quanto poco fatto da loro in cinque anni”.

“Le opere, – conclude la maggioranza – in ogni settore dalla manutenzione urbana ai lavori pubblici, dalla cultura alle politiche sociali, dal cimitero alla pubblica istruzione, dai tributi al personale sono sotto gli occhi di tutti e soprattutto sono sotto gli occhi dei santarpinesi che non esitano a manifestarci il loro appoggio in ogni occasione, dimostrando di apprezzare e sostenere la politica del fare”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico