Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Con Gianni Solino secondo appuntamento di “Letteratura e Legalità”

Gianni SolinoMONDRAGONE. Sabato 13 giugno, alle ore 18.30, presso la sala conferenze del Museo Civico Archeologico “Biagio Greco” si terrà il secondo appuntamento della rassegna “Letteratura e Legalità” …

… ideata ed organizzata dagli assessori comunali Antonio Taglialatela e Mario Fusco con la presentazione del volume di Gianni Solino “I ragazzi della terra di nessuno”.

Alcuni anni fa l’ovest aversano, ovvero quel groviglio di case e strade che si dipana lungo la strada provinciale Frignano-Villa Literno, fu trasformato in un vero e proprio teatro di guerra. Conflitti a fuoco fra bande rivali, agguati cruenti, inseguimenti con sparatorie, uccisioni continue. La popolazione appariva frastornata, terrorizzata ed i nostri comuni somigliavano a quartieri di Beirut nel pieno del conflitto arabo-israeliano.

Questo libro prova un po’ a raccontare quel periodo, non tanto in termini di episodi di cronaca bensì di clima, di sentimento, di sofferenza, tentando – se possibile – di dare un contributo alla lettura di tali vicende. Lo strumento utilizzato è quello del racconto, partendo da storie vere, in qualche tratto appena ritoccate per non urtare suscettibilità o riaprire vecchie ferite.

L’intento principale di questo lavoro è quello di riaprire una discussione, anche in termini culturali, come dice don Luigi Ciotti nella Prefazione: “Quella terra di nessuno qui raccontata da Gianni Solino, del Comitato don Peppe Diana di Casal di Principe, in realtà da alcuni anni sta cominciando ad appartenere ai cittadini che la abitano … Il potere delle mafie cresce e si rafforza grazie all’omertà, ma a stare zitti si rischia molto di più, perché si diventa schiavi”.

“Vogliamo testimoniare – afferma l’assessore Antonio Taglialatela – con questa inziativa come sia presente anche a Mondragone una sensibilità ai temi della lotta alla criminalità organizzata. Non possiamo più, come amministratori, ammettere comportamenti pubblici che non siano improntati alla massima adesione ai valori di legalità e trasparenza”.

“L’iniziativa intrapresa –afferma l’assessore Mario Fusco – vuole sottolineare la necessità che l’Amministrazione Comunale e la Società Civile siano unite senza tentennamenti nel contrastare i fenomeni di tipo camorristico. E’ necessario dare una fiducia nuova alla nostra Città, facendo leva su quei valori che rappresentano un caposaldo nella nostra crescita civile, ovvero la legalità e la trasparenza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico