Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Frazione Musicile, siglato accordo tra quattro comuni

 PORTICO. Strette di mano e applausi questa mattina nell’aula consiliare di Portico di Caserta. E’ stata questa l’atmosfera che ha fatto da cornice alla firma della convenzione tra i Comuni di Portico, Capodrise, Recale e Macerata Campania per la gestione della frazione Musicile.

La storica firma apposta dai sindaci Carlo Piccirillo (Portico di Caserta), Giuseppe Fattopace (Capodrise), Americo Porfidia (Recale) e Luigi Munno (Macerata Campania) pone fine definitivamente a tutte le difficoltà dei residenti della frazione Musicile anagraficamente portichesi, ma abitanti su un territorio suddiviso appunto tra quattro Comuni.

“Questo è un momento storico”, ha spiegato il padrone di casa e sindaco di Portico Carlo Piccirillo. “Mi preme precisare che questa convenzione non tocca la titolarità dei territori che resta ai singoli Comuni. Resta integro però il significato di questa atto congiunto che noi sindaci dei quattro Comuni interessati abbiamo deciso di porre in essere. In questa maniera gli abitanti di Musicile avranno risposte certe e rapide alle loro esigenze. Questo progetto rappresenta un primo passo verso un agire intercomunale, in modo da rispondere adeguatamente ai problemi di una comunità che se messa insieme conta oltre 40mila abitanti, ossia la popolazione di una cittadina. La politica del fare caratterizza la nostra amministrazione e quella dei Comuni vicini, ecco perché affrontiamo i problemi insieme attraverso una collaborazione piena e fattiva”.

 “La firma di questa convenzione è un momento importante che consolida il rapporto istituzionale a amministrativo con le realtà municipali vicine”, gli fa eco il sindaco di Capodrise Giuseppe Fattopace. “Un territorio unico che va amministrato in maniera integrata al di là dei colori politici delle singole amministrazioni. Affrontare le tematiche della viabilità e della sicurezza della frazione Musicile è un primo atto di collaborazione che rappresenta però un punto di partenza e non di arrivo. Penso ad esempio al problema dell’ambiente a cui è possibile dare una risposta globale lavorando insieme tutte e quattro le amministrazioni”.

“Sono contento di tornare a Portico di Caserta in quest’aula consiliare e incontrare tanti cittadini”, esordisce il sindaco di Recale Americo Porfidia. “Al sindaco Carlo Piccirillo vanno i miei auguri per la rielezione e sono sicuro che continuerà ad amministrare la cosa pubblica sempre avendo ben chiare le esigenze della sua comunità. La convenzione che firmiamo oggi è un atto che va proprio in questa direzione. Regolare, ad esempio, la circolazione stradale tra Comuni vicini non può che portare miglioramenti alla vivibilità dei residenti. Perché la cooperazione tra le amministrazioni deve avere proprio questo fine, rispondere alle esigenze concrete dei cittadini”.

Fattopace firma“La firma di questa convenzione è un primo passo verso una collaborazione tra amministrazioni comunali vicine che deve continuare nel tempo”, conclude Luigi Munno, sindaco di Macerata Campania. “In questa maniera si gettano basi concrete per un futuro di cooperazione e di intercomunalità. Spesso occorre fronteggiare problemi di difficile risoluzione, ma cooperando con i sindaci dei territori contigui è possibile dare risposte rapide e funzionali alle esigenze di chi vive nelle nostre comunità”.

Con la convezione i Comuni intendono gestire in modo coordinato e associato i servizi di vigilanza, di manutenzione ordinaria delle strade e dell’illuminazione pubblica, di regolamentazione del traffico nel quadrivio di via Patturelli, via Ponteselice ricadente nel territorio comunale di Recale e Capodrise e l’ultimo tratto di via Diaz ricadente nel territorio comunale di Macerata Campania, mediante il conferimento delle funzioni al Comune di Portico di Caserta che diventerà il Comune capofila.

Con la gestione associata s’intendono perseguire una serie di obiettivi comuni: migliorare la circolazione e la sicurezza in località Musicile, regolamentare l’occupazione del suolo pubblico, intervenendo nei casi di occupazione abusiva, regolamentare il flusso veicolare con idonei sistemi che saranno individuati e realizzati. Sarà la Polizia Municipale del Comune di Portico di Caserta la struttura operativa che metterà in essere i compiti attribuiti al comune capofila.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico