Home

Confederations Cup, Italia batte Usa 3-1

Giuseppe RossiL’Italia ha battuto gli Usa in rimonta per 3-1 nella prima giornata della Confederations Cup. Rossi e De Rossi hanno annullato il rigore di Donovan.

Nel primo tempo, al 33’, gli Stati Uniti sono rimasti in dieci per l’espulsione di Clark. Al 39’ l’arbitro ha annullato per fuorigioco di Camoranesi un autogol di Burnstein. Due minuti dopo Donovan ha segnato su rigore. Gli azzurri hanno replicato nella ripresa, soprattutto grazie alla carica prodotta dall’ingresso di Rossi che, al 59’, ha pareggiato con un gran tiro da fuori area. De Rossi, al 72’, ha mandato l’Italia in vantaggio con un diagonale. Poi, a tempo ormai scaduto, la doppietta di Rossi e la rete del definitivo 3-1.

Marcello Lippi si è dichiarato soddisfatto della vittoria contro gli Usa anche se non riesce a spiegarsi l’eccessiva tensione che c’era tra gli azzurri. “Inizialmente – dice – abbiamo sofferto la loro dinamicità e forza. Forse abbiamo sentito troppo questa partita e avevamo poca lucidità”. “Il loro calcio di rigore ci può stare – aggiunge il tecnico – poi però la mia squadra ha giocato e creato occasioni. Sono contento per Rossi che ha fatto due gol. Il cuore questa Italia ce l’ha di sicuro”.

Daniele De Rossi ha segnato il gol del vantaggio azzurro con un tiro da 30 metri che ha sorpreso il portiere statunitense. Per lui anche il trofeo di “man of the match”di Italia-Usa. “E’ una soddisfazione grande a prescindere da quella serata storta. Io non la dimentico mai ed è importante così, ma questa è stata la squadra migliore per togliermi questa soddisfazione”.

Giuseppe Rossi, originario del New Jersey, ha dedicato la doppietta proprio alla sua famiglia in America. “Sono contento per il risultato e per la doppietta. – ha detto dopo la partita – A chi dedico i gol? Alla mia famiglia che sta guardando la partita in tv in America”. “Quando sono entrato la squadra stava soffrendo. – ha aggiunto – Gli Usa sono tosti, corrono e lottano molto, ma nel secondo tempo erano stanchi. Ora possiamo fare un gran torneo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico