Gricignano

Piscina chiusa, il Pdl attacca la maggioranza

La piscina comunale chiusaGRICIGNANO. Il circolo del Pdl di Gricignano ritorna sulla questione della mancata apertura della piscina comunale.

“Dopo anni di ritardi e promesse mai mantenute, – affermano i berlusconiani – siamo di nuovo alle solite. La piscina comunale non aprirà. È l’ennesimo fallimento di questa maggioranza consiliare di centro sinistra. L’anno scorso l’amministrazione comunale ha deciso che il Comune non era in grado di gestire la struttura e quindi è stato indetto un bando di gara per cedere la gestione ai privati. Ebbene, quella gara è stata annullata per motivi che ancora oggi non risultano molto chiari”.

“Ma andiamo avanti. – prosegue il Pdl – Hanno rifatto la gara e questa volta viene anche aggiudicata. Tutto risolto direte? Macché! Alcuni giorni fa, sono scaduti i tempi tecnici per la presa di possesso della struttura da parte della società privata che si è aggiudicata l’appalto. In sintesi, la società, pensate un po’, avrebbe rinunciato alla gestione del complesso sportivo. Strano, sembra tutto troppo strano, per essere credibile. Nel frattempo, l’unica certezza che si è venuta a creare in questa assurda vicenda, è la consapevolezza nei cittadini di essere trattati da ‘sudditi’, ignari delle oscure manovre che si fanno nella ‘stanza dei bottoni’. Ma la pazienza ha un limite e quello dei nostri concittadini è stato superato da un pezzo”.

“A questo punto – incalzano i pidiellini – è auspicabile un intervento delle autorità competenti a rimarcare i confini della legalità e a far luce su quanto è avvenuto e sta avvenendo attorno a questa buia vicenda che vede un’importante opera, ormai completata da anni, che per colpa del pressappochismo e dell’immobilismo di chi ci amministra e ‘chissà cos’altro ancora’, non viene consegnata ai legittimi fruitori, ovvero, i cittadini di Gricignano”.

“Nel frattempo, – conclude il Pdl – invitiamo la maggioranza a rassegnare le dimissioni, in quanto il ritorno al voto rappresenta l’unica ancora di salvezza”.

A replicare l’assessore allo sport Andrea D’Angelo. “La gara di appalto – spiega D’Angelo – era stata aggiudicata ed assegnata il 30 dicembre scorso alla società aversana‘Global Sport’. Come da convenzione, la società doveva allestire ed iniziare la sua attività entrocinque mesi dalla convenzione, quindi entro il 30 maggio scorso. Poco prima della scadenza ha rinunciato adducendo motivazioni di ordine tecnico. A quel punto abbiamo chiesto un parere legale, che stiamo attendendo, per accertare se conferire l’appalto alla società giunta seconda nella gara oppure rifare completamente la procedura di aggiudicazione. Intanto, ci tengo a sottolineare che il Comune di Gricignano, in tutta questa vicenda, ha adempiuto a tutti i suoi obblighi e che, da tempo, ormai, nella cittadella dello sport di via Falciano sono in funzione lo stadio comunale e il palazzetto dove giocano e si allenano due società di basket e pallavolo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico