Gricignano

L’ex dirigente Raimo saluta e dice: “Grazie, grazie, grazie”

Comune di GricignanoGRICIGNANO. L’ex dirigente dell’area Lavori Pubblici e Ambiente del Comune di Gricignano, Domenico Raimo, in una lettera inviataci in redazione ringrazia l’amministrazione comunale e gli ex colleghi.

Tra le righe si coglie un leggero spirito di ironia da parte di Raimo, a cui è stato revocato l’incarico, andato all’ingegner Gennaro Pitocchi. Ecco il testo integrale:

Un grazie di cuore al Sindaco Andrea Lettieri

Senza conoscermi ne personalmente, ne tantomeno professionalmente, nel lontano ottobre 2004 mi ha incaricato in uno dei ruoli “chiave” per l’intera macchina amministrativa, l’ufficio lavori pubblici-manutenzioni. Di volta in volta ha riposto in me quella fiducia che ho saputo ricompensare con il duro lavoro che c’era da svolgere nell’ufficio, un ufficio che veniva da anni di “travaglio” gestionale che l’avevano portato quasi all’immobilismo. Grazie.

Un grazie speciale all’Assessore Giuseppe Barbato

Con lui ho condiviso questo percorso lavorativo, con entusiasmo, con passione, che sempre più sapeva trasmettermi mettendosi quotidianamente a disposizione dell’ufficio e per tutto l’Ente. Dopo due anni di “freni” tirati per colpa del rispetto dei parametri per il patto di stabilità interno, il 2009 e ancor più il 2010 dovevano essere quelli che davano a lui ed all’ufficio il premio “quantitativo” e “qualitativo” delle opere programmate. L’ampliamento della scuola media, la nuova casa comunale, il rifacimento di via Aversa e P.zza Municipio, il completamento della pubblica illuminazione, il completamento di tutte le disfunzioni idriche della vecchia e nuova rete ancora da collegare agli utenti e mettere in esercizio, l’apertura di via Sauro e l’allargamento di via Casolla, la riqualificazione di Corso Umberto I, riammodernamento del Campo Sportivo, e tutte le opere di manutenzione straordinaria per svariati centinaia di migliaia di euro previsti per le tre scuole. Credo di dimenticare sicuramente qualcosa, ma queste opere, dopo due anni di pianificazione e “lotte” con gli uffici regionali per i fondi Por e quelli della L.R.51/78, aspettano solo di essere appaltate e realizzate. La speranza è che l’assessore G. Barbato possa portare a compimento questa “stupenda” programmazione fino al termine del mandato elettivo. Grazie.

Un grazie affettuoso al Geometra Antonio Barbato

Come non si fa a ringraziare il “mio” geometra. Colui che nelle mie assenze ha saputo tessere le tele per “armonizzare” i rapporti, animati, con chi navigava nell’orbita dell’ufficio lavori pubblici e soprattutto di quello delle manutenzioni. Nonostante la mancanza di fondi, o meglio la restrittezza degli stessi, e la mancanza di una ditta delle manutenzioni a disposizione 24 ore su 24, ha saputo, anche in orario extra lavorativo “coinvolgere” e “convincere” le ditte a eseguire lavori d’urgenza. Grazie.

Un grazie al Comandante della Polizia Locale Anna Bellofiore

Insieme abbiamo condiviso gli ultimi due anni al servizio di tutto ciò che riguarda l’ecologia e l’ambiente. Non si è mai tirata indietro, predisponendo tutti gli atti necessari, anche se non di propria competenza, riducendo il mio lavoro all’ambiente ed all’ecologia del 80%. Dopo qualsiasi scontro che si veniva a creare, non passava mai più di un giorno che non ci si chiariva e finiva con un sorriso. Da persone mature, intelligenti, professionali. Grazie.

Un grazie a tutti gli assessori e consiglieri di questa Amministrazione

Mi hanno sempre dimostrato affetto e soprattutto “stima” professionale. Mi hanno colpito le parole dell’assessore F. Russo, attuale Sindaco F.F., risalenti a circa quindici giorni fa, quando a seguito di un “ripiglio” tecnico su un sopralluogo, poneva stima professionale nella mia persona spingendosi addirittura a dire che tecnici professionalmente preparati nel mio campo, a Gricignano non c’è ne erano. Come si fa a non apprezzare tali complimenti, a portarseli dentro per sempre, e soprattutto a non ringraziare per tutto ciò. Non me ne vogliano tutti gli altri consiglieri ed assessori se non cito episodi particolari, ma in questi 56 mesi ne abbiamo passati tanti che elencarli riempirebbero pagine come dal “libro cuore”. Non mi sembra il caso. Grazie.

Un grazie a tutti i colleghi. Veramente a tutti.

Chi per un motivo, chi per un altro, ho avuto modo di apprezzare e farmi apprezzare, sia personalmente che professionalmente. A Lina, a Francesca, a Rosalba, a Lucia, a Oreste, a Giacomo, a Antonio Ianniello, e a tutti gli altri che non cito. Grazie.

Ovviamente, a conclusione di questa lettera di ringraziamenti sinceri, non posso che esprimere delle riflessioni personali cercando di trasmettendovi anche le mie sensazioni ed emozioni.

Cinque anni fa non conoscevo Gricignano, o meglio non la conoscevo come adesso. Ad incarico affidatomi, a chi mi chiedesse come fosse l’ambiente lavorativo e quello dell’amministrazione io gli rispondevo sempre in maniera secca: “non mi aspettavo un ambiente rispettoso del ruolo che copro” e poi proseguivo “vorrei tanto essere assunto a tempo indeterminato, mi trovo un’amore”. Qualcuno, poi, mi prendeva in giro quando gli dicevo “non riesco mai a pagare al bar o al ristorante quando esco con gli amici di Gricignano”. Incredibile. Fa parte della “vostra cultura”.

Uno dei momenti più emozionanti di questi 56 mesi? Il giorno dell’abbattimento del palazzo in piazza per la realizzazione del parcheggio. Incredibile. Sentivo dentro che si stava realizzando qualcosa che altri non erano riusciti a portare a compimento. L’ultimo sperone di muro che cade. La polvere che si alza fino a venti metri e qualche minuto dopo il piazzale libero. Ho la registrazione video che vado a rivedere di tanto in tanto e che ho rivisto il giorno stesso della revoca dell’incarico.

Il parcheggio di via Aversa e la riqualificazione di via Selicara e traverse mi inorgogliscono professionalmente.

Non per ultimo in ordine di “emozioni” è stato quando pochi mesi fa ho firmato, a nome dell’Ente, il contratto di concessione alla Curia di Aversa dello spazio alla via Campotonico per la realizzazione della nuova chiesa. In quella occasione il Vescovo M. Milani mi ha fatto i complimenti personali per la condotta che avevo assunto a nome dell’Ente nella lunga trattativa tra le due istituzioni. Grazie a quell’accordo il Comune di Gricignano vedrà da qui a pochi anni, la nascita di una delle più belle chiese Campane. Il Vescovo era emozionato quanto noi.

Come non dimenticare, infine, quando tre anni fa, grazie al caparbio impegno quotidiano dell’ufficio e dell’assessore ai lavori pubblici, si è realizzata la riqualificazione della pubblica illuminazione del Rione Vecchio. Nessuno ci credeva. Quando iniziammo ci dicevano “in qualla zona non ci faranno accostare, troverete infiniti ostacoli per attaccare i lampioni alle proprietà private”. A “botta” di spintoni e cariche, ci siamo riusciti. Oggi è il fiore all’occhiello per altri comuni che prendono come esempio la metodologia utilizzata la rara bellezza illuminotecnica.

La speranza è quella di ritornare ad abbracciare di nuovo il lavoro, quel lavoro per il quale ho dato l’anima e che è rimasto parzialmente sospeso. Quel lavoro nel quale credevo e credo, sia per lo sviluppo di Gricignano, sia perché Gricignano lo merita.

La speranza è quella di ritornare ad abbracciare quegli amministratori che hanno creduto in me dall’inizio e dall’inizio hanno riposto nelle mie “fatiche” lavorative il salto di qualità di una cittadina che potenzialmente non ha nulla da invidiare agli altri comuni dell’agro aversano.

Grazie…Grazie…Grazie…

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico