Frignano - Villa di Briano

Diomaiuto scrive ai vertici del Pdl: più sicurezza per il territorio

Nicola DiomaiutoFRIGNANO. L’esponente del Pdl di Frignano, Nicola Diomaiuto, scrive ai coordinatori regionale, Nicola Cosentino, e provinciale, senatore Pasquale Giuliano, e al capogruppo alla Regione Campania Paolo Romano.

“Mi piace pensare che tutti quelli che fanno politica sappiano ancora sognare. – riflette Diomaiuto – Sognare un paese migliore con delle istituzioni più vicine alla gente e con un obiettivo comune da perseguire: il miglioramento generale delle condizioni di vita di tutti quanti. Senza distinzione alcuna. L’impegno al miglioramento delle condizioni di vita della società è un impegno per i politici di qualsiasi schieramento e di qualsiasi tempo. Sono anche convinto del fatto che è attraverso il miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini, nelle realtà locali, che si può giungere al miglioramento delle condizioni di vita di tutto il sistema paese. Partire dal basso, dalle radici, per far rinverdire tutto il fogliame. Credo cosi tanto a questo progetto che da anni m’impegno in politica con voi attivamente, cercando di districarmi (a volte con profitto, a volte meno) nei problemi che la realtà locale ci pone davanti”.

“La questione occupazionale appare sempre più complessa, per la quale il sottoscritto sente una propensione individuale fortissima. Sono un imprenditore che da anni opera con soddisfazione nel territorio regionale campano, convinto della necessità di avere sempre e comunque ‘un pensiero positivo’, un forte ottimismo che sia però sorretto e alimentato dall’azione del singolo in concerto con flessibili e volenterose istituzioni. Un’idea. Questo è quello che serve a tutti noi, specie ai giovani. Oggi più che mai, un’idea. Proprio perché credo nella necessità di inventarsi il proprio futuro lavorativo, con coraggio e determinazione, proprio perché credo che ognuno debba essere artefice del suo successo”.

“Il lavoro, certo, ma anche la sicurezza. La sicurezza messa ormai in discussione, oltre che dall’endemica piaga della malavita locale, da quella ormai ad appannaggio del folto numero di immigrati clandestini, sbandati e pericolosi che di notte vi entrano in casa nella maniera innaturale e inaccettabile, rischiando addirittura la morte oltre al danno psicologico della famiglia. Un’immigrazione clandestina sempre più massiccia e sempre più organizzata a delinquere, con la compiacenza di coloro i quali cercano di trarre sempre e comunque profitto da ogni situazione, fosse anche solo un affitto a nero”.

“Il vostro impegno: sicurezza, controlli ripetuti a extracomunitari non integrati e a tutti quelli che fittano case a nero, sviluppo e occupazione, creatività, finanziamenti regionali per nuove attività, mare pulito e rilancio del turismo sulle nostre coste, amore per la propria terra, spirito di sacrificio e verità”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico