Esteri

Bernard Madoff, il “diabolico” truffatore condannato a 150 anni

Bernard MadoffNEW YORK. Bernard Madoff, il 71enne finanziere di Wall Street autore di una delle più grandi truffe nella storia, è stato condannato a 150 anni di carcere.

Si è dichiarato colpevole di tutte le 11 imputazioni che, nel complesso, riguardano 65 miliardi di dollari frodati (46 miliardi di euro). Il giudice Chin ha definito quello di Madoff “un crimine straordinariamente diabolico”. Dal 1995 Madoff, che era stato anche presidente del Nasdaq, aveva iniziato la sua attività privata promettendo tassi di interessi alti e sicuri (circa il 10%). Che puntualmente pagava, ma non perché il danaro venisse accortamente investito, ma soltanto perché arrivava danaro fresco dai nuovi clienti. E lui, intanto, si arricchiva, fino a creare un impero stimato in 171 miliardi di dollari.

Girandosi verso le vittime del crack, ha chiesto scusa: “Non ci sono scuse per il mio comportamento, per aver ingannato gli investitori e i dipendenti”. “Ho mentito a mio fratello e ai miei due figli. Vivo in un stato di tormento. Ho commesso un errore di giudizio”, ha ammesso il finanziere.

La prima vittima del crack salita sul banco degli imputati ha dichiarato di aver perso la propria casa, mentre un’altra ha biasimato il governo per le perdite: “Ha compiuto un’opera d’arte nel manipolare il governo”. “Ha rubato sia ai ricchi che ai poveri”, ha affermato un altro degli investitori caduto nel maxi “schema Ponzi” di Madoff, un meccanismo fraudolento a “piramide” con il quale si crea una sorta di catena finanziaria nella quale vengono garantiti ampi ritorni a breve termine solo ai primi investitori, derivanti direttamente dall’ingresso nella truffa di nuove vittime.

Madoff, che ha passato gli ultimi mesi agli arresti domiciliari nel suo appartamento di lusso di Manhattan, del valore di 7 milioni di dollari, perderà tutto: le ville (una a Palm Beach, un’altra in Florida, una da 13 milioni a Montauk, sulla punta di Long Island), gli yacht e i beni personali, che verranno messi all’asta nei prossimi giorni. La moglie, Ruth, 68 anni, rimarrà senza casa e dovrà vivere d’ora in poi con i 2,5 milioni di dollari che le sono stati assegnati dal tribunale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico