Caserta

San Leucio, conclusa XI edizione dell’Isa

San LeucioCASERTA. Si è conclusa con un grande successo di pubblico la XI edizione dell’Isa in mostra, l’evento di fine anno scolastico organizzato dall’Istituto Statale d’Arte “San Leucio”, tenutasi presso il Belvedere a partire dal 30 maggio scorso.

A fare la parte da leone lo spettacolo “Masaniello” di Elvio Porta e Armando Pugliese, realizzato dal Laboratorio teatrale dell’Istituto con tutte le componenti che vi operano: studenti, docenti, personale Ata e lo stesso dirigente scolastico. L’opera ricostruisce le dieci giornate rivoluzionarie che si scatenarono a Napoli dal 7 al 16 luglio 1647, durante il regno di Filippo IV. Il personaggio di Masaniello incarna il doloroso processo di un moto popolare tanto genuino nelle motivazioni, quanto inconsapevole delle finalità e destinato purtroppo al fallimento. La coscienza della sua effettiva impotenza politica, condurrà il generoso pescatore alla follia, ucciso dai suoi stessi compagni di lotta, sopraffatto dalle logiche di potere.

“Questo spettacolo – ha dichiarato il preside Giuseppe De Nubbio, che ha interpretato i panni del Viceré – ha visto la sinergia di tutte le componenti dell’Istituto e per la scuola questo va registrato come un grandissimo successo. I costumi sono stati realizzati nei nostri laboratori di moda, le scenografie sono state eseguite dalla sezione di architettura. Tutto questo ha fatto riscuotere approvazione da parte del pubblico accorso numeroso al quale va il mio profondo ringraziamento, insieme a quello per l’amministrazione comunale con la quale abbiamo lavorato in sinergia. Un grazie speciale va al sindaco Nicodemo Petteruti, all’assessore Gianfranco Fierro e al direttore del Belvedere, Marcello Iovino, che hanno permesso la realizzazione della nostra manifestazione nella splendida location del real sito borbonico”.

La regia dello spettacolo è stata curata da Vittorio Di Tommaso e Giuseppe De Nubbio, le scenografie da Fabrizio Carta e Adele Martone, i costumi da Elisa Carozza, Michela Gravina, Mario Latino, Anna Sgueglia, Marianna D’Orta, Teresa Di Monaco, Antonella Malinconico, Angela Falco; musiche e canti dal “Gruppo dei piccoli bottari dell’Isa” guidati dal maestro Giovanni Migliaccio; i balli da Maria Teresa Cecchi; le musiche e gli effetti sonori da Agostino Capozzi. Hanno contribuito Antimina Mea, Sabina Giulin, Mariangela Ciarmiello.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico