Caserta

“Mettiamoci la faccia”, Aci Caserta lancia il progetto di Brunetta

Renato BrunettaCASERTA. Il giorno 25 giugno partirà anche presso l’Ufficio Provinciale Aci di Caserta (Pra) l’innovativo progetto ideato dal ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione in collaborazione con diverse Amministrazioni Pubbliche italiane, tra cui appunto l’Automobile Club Italia.

L’iniziativa, battezzata simpaticamente “Mettiamoci la faccia”, spiega il direttore provinciale dell’Aci, Marino Perretta, consiste nella misurazione del livello di soddisfazione dei cittadini attraverso l’utilizzo appunto delle cosiddette “faccine” le famose “emoticons” oggi tanto di moda nelle varie forme di comunicazione moderne. La finalità principale dell’idea sviluppata è la intuitiva ed istantanea rilevazione della “customer satisfaction” in maniera veloce, semplice e stimolante al tempo stesso, sia per i cittadini che per gli operatori dell’Amministrazione Pubblica, che avranno modo così, per migliorare in tempi brevi eventuali lacune nei servizi prestati alla collettività. Lacune a dire il vero poco riscontrate nell’ambito degli Uffici Provinciali dell’Aci, in quanto, il livello di gradimento dei cittadini è assolutamente positivo e lo confermano anche le parole del ministro Renato Brunetta, intervenuto, pochi giorni orsono, all’Assemblea dell’Automobile Club d’Italia.

“La rete Aci – ha detto il ministro – è ideale per la sperimentazione della riforma e può diventare il fiore all’occhiello del Sistema Italia perché ha un front-office esigente, che spinge alla costante innovazione delle strutture sul territorio. Esprimo apprezzamento per come l’Automobile Club d’Italia sta portando avanti le esperienze di Mettiamoci la faccia e Linea Amica. La reattività e la collaborazione dell’Aci mi fanno ben sperare per le altre amministrazioni”.

“L’Aci – prosegue Brunetta – è un protagonista e non un pezzo obsoleto della Pubblica amministrazione e la sua rete può essere caricata di nuovi servizi al cittadino. Per attuare l’ormai prossima Legge di riforma della Pubblica amministrazione vado a caccia di reti d’eccellenza come quella dell’Aci, che da settembre insieme con l’Inps porterà avanti anche la sperimentazione della posta elettronica certificata, in attesa di partire poi dal 1 gennaio 2010 con la Pec per tutta la Pubblica amministrazione”.

L’Automobile Club d’Italia esprime soddisfazione per il riconoscimento del suo ruolo di protagonista nella Pubblica amministrazione da parte del ministro Brunetta, nel suo intervento all’Assemblea odierna dell’Aci. Brunetta ha evidenziato il valore della rete dell’Automobile Club d’Italia a servizio del cittadino, giudicandola un caso di eccellenza nel sistema della pubblica amministrazione e un terreno ideale per la sperimentazione della riforma della Pubblica amministrazione.

“L’Aci ha sempre sostenuto l’interazione tra la Pubblica Amministrazione e il cittadino – ha dichiarato il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Enrico Gelpi – accogliendo fin da subito l’invito del ministro Brunetta a sperimentare nelle nostre strutture i progetti Mettiamoci la faccia e Linea Amica. Entro dicembre in tutti gli uffici dell’Aci si potrà esprimere il giudizio sui servizi ricevuti”.

“L’operato dell’Automobile Club d’Italia a servizio del cittadino – ha sottolineato il Segretario Generale dell’Aci, Ascanio Rozera – è stato giudicato positivamente con oltre il 90% di faccine verdi. Gli italiani hanno premiato anche il nostro impegno nella prima sperimentazione dell’iniziativa Mettiamoci la faccia. L’Aci è un esempio di pubblica amministrazione fortemente evoluta perché la cultura di ciascun dipendente è proiettata all’innovazione e al servizio continuo del cittadino”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico