Caserta

Linda Iannone racconta “Save the Children”

Linda IannoneCASERTA. Un’iniziativa su un tema di drammatica attualità, quello che ci viene segnalato da Linda Iannone, volontaria casertana di Save the Children.

Martedì 23 giugno, a Roma, in Campidoglio (Sala Protomoteca e Sala Gonzaga) si terrà l’incontro internazionale “Bambini e giovani colpiti dai conflitti armati: ascoltare, capire, agire”, promosso da Ministero degli Affari Esteri e Comune di Roma, in collaborazione con: Ufficio del Rappresentante Speciale del Segretario Generale Onu per i Bambini nei Conflitti Armati, Unicef, Save the Children, Un Department for Peacekeeping Operations, Network dei bambini e giovani colpiti da conflitti armati. (Nypaw).

Negli ultimi decenni i bambini sono stati sempre più coinvolti nei conflitti in corso in tutto il mondo, sfruttati nelle guerre degli adulti come facchini, servitori, schiavi sessuali e anche come soldati. L’incontro internazionale di Roma affronterà in particolare il problema dei bambini soldato e la necessità di costruire un ambiente protettivo per i bambini durante i conflitti.

Verranno esaminate le “buone pratiche” per il reinserimento sociale, con testimonianze di ragazzi e ragazze che hanno subito le conseguenze delle guerre, di esperti di agenzie Onu, Ong, e autorità. italiane. Alle ore 10 verrà inaugurata, in Piazza del Campidoglio, la mostra fotografica “Bambini di guerra: l’infanzia spezzata” (nota1). Articolata in quattro sezioni – bambine-soldato, bambini-soldato, reintegrazione, armi leggere – la mostra si basa sul libro “Bambini soldato” di Leora Kahn che raccoglie il lavoro di importanti fotografi.

Dalle ore 10,15 alle 12, in Sala della Protomoteca (piazza del Campidoglio) si terrà la prima sessione dell’incontro “Bambini e giovani colpiti dai conflitti armati: ascoltare, capire, agire”. Interverranno fra gli altri, dopo il saluto del Sindaco di Roma Giovanni Alemanno, Grace Akallo e Kon Kelei del Network dei bambini e giovani colpiti dai conflitti armati, il Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini, il Rappresentante Speciale del Segretario Generale Onu per i bambini nei conflitti armati Radhika Coomaraswami, il vice Direttore Unicef Hilde Frafjord Johnson, il Segretario Generale dell’International Save the Children Alliance Charlotte Petri Gornitzka, l’Ambasciatore d’Italia presso le Nazioni Unite Giuliomaria Terzi di Sant’Agata, l’Ambasciatore di Francia in Italia Jean-Marc de la Sablière.

Alle 12, in Sala della Protomoteca, i relatori risponderanno alle domande della stampa. Nel pomeriggio i lavori proseguiranno dalle ore 14 nella Sala Gonzaga (via della Consolazione, 4) con sessioni sulla partecipazione dei ragazzi ai processi di pace e alle iniziative di giustizia e riconciliazione e sugli impegni delle istituzioni e della società civile italiana per i bambini colpiti da conflitti armati. Interverranno, tra gli altri: Elisabetta Belloni, Direttore Generale, Direzione Cooperazione allo Sviluppo, Ministero degli Affari Esteri, Valerio Neri, Direttore Generale di Save the Children Italia e Vincenzo Spadafora, Presidente dell’Unicef Italia.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico