Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Elezioni Casapesenna, Donciglio sulle orme del nonno

Piazza PetrilloCASAPESENNA. Nel 1973 Casapesenna, dopo decenni di abbandono, divenne autonoma ottenendo il distacco dal comune di San Cipriano d’Aversa.

Vincenzo Diana fu il primo sindaco, poi, nel 1975, ne prese il testimone il socialista Antonino Donciglio, che sarebbe diventato anche consigliere provinciale. Oggi scende in campo suo nipote, che porta il suo stesso nome, Antonio Donciglio, candidato alle amministrative del 6 e 7 giugno, nella lista “Insieme per cambiare” guidata dall’ingegner Giuseppe Piccolo.

Donciglio, perché ha deciso di candidarsi? “Devo dire che l’idea della politica era lontana da me, ma quando sono stato contattato dall’ingegner Piccolo un tarlo era cominciato a lavorare nella mia testa e alla fine hanno saputo convincermi la passione e l’entusiasmo che contraddistingue il nostro candidato a sindaco”.

Il confronto con suo nonno sarà per lei molto impegnativo. “Posso dire che molte persone con le quali sto parlando in questi giorni, specialmente quelle con qualche anno in più, non fanno che ricordarmi quanto lui ha fatto per il paese ma specialmente per le persone. Se mio nonno ha lasciato un segno importante nella storia del nostro paese è perché ha saputo mettersi al servizio della gente che è poi il compito principale della politica. Spero che saprò seguire le sue orme”.

Cosa vorrebbe fare in primis per Casapesenna? “Io ho sempre praticato lo sport e quello che mi piacerebbe fare è impegnarmi in questo compito. Tutti sappiamo l’importanza dello sport che forma e educa i ragazzi, e come si evince dal nostro programma esso ricopre una parte di primo piano”. A proposito di ragazzi, quali sono i programmi per le giovani generazioni? “I giovani sono la vera risorsa del territorio. La nostra lista intende perseguire politiche giovanili a tutto campo e i giovani potranno trovare forme di aggregazione nel centro intercultura strutturato attraverso una biblioteca comunale, internet point ed attività di piccolo artigianato con la rivalutazione delle vecchie tradizioni della cultura locale. Sarà impegno prioritario dell’Amministrazione predisporre progetti specifici per creare possibilità di occupazione per le giovani generazioni mediante la valorizzazione delle peculiarità culturali locali paesaggistiche, artigianali ed enogastronomiche attraverso programmi da sostenere con finanziamenti Regionali e della Comunità Europea. Per gli adolescenti verranno poi creati punti che offrano gli spazi e quindi le opportunità di aggregazione. Favoriremo la realizzazione, da parte della Parrocchia, di un centro giovanile dove, con la presenza di educatori, saranno valorizzate le funzioni sociali degli oratori svolgendo attività di ascolto e di supporto (anche allo studio) per gli adolescenti. Si valuterà inoltre la possibilità per creare un punto per l’ascolto e la sperimentazione della musica”.

Un altro tema particolarmente a cuore dei cittadini sono le tasse, sempre più alte. “Rivolgeremo particolari attenzioni verso le famiglie, al fine di sostenere e difendere l’insostituibile ruolo sociale che svolgono. Si lavorerà per tenere le tariffe al minimo possibile e si metteranno allo studio soluzioni per favorire la differenziazione delle tariffe comunali in funzione dei carichi famigliari e dello stato di bisogno delle persone”.

In sostanza, perché le persone dovrebbero votarvi? “Perché noi rappresentiamo il nuovo, perché siamo carichi di entusiasmo e perché siamo pronti, sotto la guida dell’ingegner Piccolo, a lavorare per la nostra Casapesenna”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico