Campania

Truffe all’Inps, denunciate 132 persone nel casertano e giuglianese

Carabinieri CASERTA. 132 persone sono state deferite a piede libero alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere dal Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro, lo speciale reparto dell’Arma in servizio presso la Direzione provinciale del Lavoro, …

… al termine di una complessa attività d’indagine avviata d’ufficio dal gennaio scorso, in relazione ad una serie di truffe perpetrate a danno dell’Inps con i falsi rapporti di lavoro in agricoltura e la conseguente fittizia costituzione di aziende.

Le sedi legali delle quattro attività erano tutte ubicate al Parco Saraceno di Pinetamare di Castelvolturno, noto alle cronache per l’elevato indice di degrado e popolato da persone che vivono ai margini della legalità, dove la maggior parte degli occupanti è stata deferita all’autorità giudiziaria per la commissione di svariati reati.

La presenza in quel contesto di titolari di aziende agricole non poteva passare inosservata ai militari dell’Arma che hanno avviato le indagini. C.C., 55 anni, F.A., 33 anni, S.C., 54 anni ed M.S., 34 anni, sono i soggetti principali coinvolti nell’indagine. Due sono risultati pregiudicati per furto, spaccio di sostanze stupefacenti e più volte tratti in arresto dalle forze dell’ordine. Un’altro è attualmente detenuto in un istituto di pena dove sconta una condanna a 30 anni di reclusione per omicidio, mentre il quarto è un seminfermo di mente nullatenente, forse involontariamente coinvolto.

Regista dell’operazione, V.G., 37 anni, di Marcianise, ragioniere, che in concorso con altri soggetti in via di identificazione, ma è stato già accertato che sono tutti residenti nell’area giuglianese, si è prestato all’illecita operazione.

Nel corso delle indagini i carabinieri hanno accertato che ben 128 persone, tutte identificate, a partire dall’anno 2004, hanno percepito dall’Inps, per attività lavorativa mai prestata, indennità a sostegno del reddito (disoccupazione, assegni familiari, etc) per complessivi 300mila euro circa, mentre ammontano a 150mila euro circa i contributi non versati. Su segnalazione dell’Arma, l’Inps ha in corso l’annullamento dei rapporti di lavoro illecitamente costituiti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico