Campania

“Torre ‘ncantata”, Giulia Capolino presenta il suo cd

“Torre ‘ncantata”NAPOLI. E’ uscito su etichetta Cni Music, “Torre ncantata”, il cd di Giulia Capolino, cristallina voce napoletana che ha saputo amalgamare egregiamente il sapore del fado portoghese con la classica tradizione musicale nostrana.

Tutti i brani dell’album sono stati scritti e musicati da Giulia, personaggio eclettico, artista, pittrice e cantante jazz.Il disco è stato registrato al Mat Studio di Napoli con la partecipazione di eccellenti musicisti quali Ciccio Merolla alle percussioni, Giovanni Guarrera (chitarra), Nando Trapani (sax), Guido Schiraldi (sitar), Pasquale Nocerino (violino), Roberto Natullo (flauto), Sasà Brancaccio (basso) eIvano Leva (piano). Più che fattiva, la collaborazione al disco di Renato Salvetti, già Vox Populi edinnovativo artista partenopeo.Il cd è già in vendita nei migliori negozi di dischi e on-line su MusicaNapoletana.com.
Nove tracce all’ombra di una emblematica torre che ha ispirato Giulia Capolino sin dagli anni della sua infanzia e che si affaccia su uno dei litorali più belli al mondo: quello di Posillipo. Ed è proprio sulla torre di “Villa Volpicelli”, una delle terrazze più belle e suggestive di Napoli (location delle riprese della soap opera Rai “Un posto al sole”), che Giulia Capolino presenterà alla stampa e agli addetti ai lavori il cd “Torre ‘ncantata”, con un esclusivo party-aperitivo al tramonto, il prossimo giovedì 9 luglio alle 19.30.
Durante il rinfresco, saranno esposte le sue opere pittoriche (in copertina ne è raffigurata una),sarà proiettato il videoclip di “Torre ‘ncantata”, traccia che ha dato il nome all’intero progetto e ci sarà l’esibizione live di Giulia con la band per un paio di brani tratti dal cd. Sarà un momento di vero relax e magia per gli invitati che potranno godere del giardino incantato di Villa Volpicelli, della torre panoramica sul golfo di Napoli (a cui il cd fa riferimento), e di un’atmosfera assolutamente etnica che li proietterà per qualche attimo in un mondo mai abbastanza lontano da noi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico