Campania

Si costituisce a Roma imprenditore legato ai Casalesi

Antonio IovineNAPOLI. Renato Grasso, 46 anni, titolare della ditta “3G” di Napoli, che opera nel settore dei videogiochi e slot machine,si è costituito nel carcere di Regina Coeli, a Roma.

L’imprenditore, che ha trascorso un mese di latitanza, dopo essere stato oggetto di due ordinanze di custodia cautelare da parte della Dda di Napoli, ha deciso di consegnarsi alle autorità. Grasso è ritenuto vicino al fazione del clan dei Casalesi capeggiata dal boss latitante Antonio Iovine (nella foto), alias “’O Ninno”. Secondo gli inquirenti, Mario Iovine, parente di Antonio e nipote di Mario (il boss ucciso a Cascais, in Portogallo, il 6 marzo del 1991),, era il socio occulto della ditta di Grasso ed inoltre la retribuzione del legale rappresentante del boss veniva saldato con i proventi del ramo d’azienda.

Renato Grasso, più volte, sin dagli inizi degli anni ‘90, coinvolto in inchieste per legami con clan della camorra e in particolare con il clan dei Casalesi. A lui, secondo le indagini, venivano affidate le somme di danaro fornite dalle organizzazioni malavitose che poi attraverso un sistema di “scatole cinesi” venivano impiegate nella realizzazione di sale bingo.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Gricignano, l'istituto comprensivo "Santagata" pubblica l'annuario 2017-2018 - https://t.co/l8J24nPC7t

Aversa, Raphaela Lukudo madrina della Stranormanna 2018 - https://t.co/kfy1joOqwy

10 agosto, la Città di Aversa celebra la Festività di San Lorenzo - https://t.co/TYQYdWBtQr

Caserta, evasione fiscale: sequestrati beni per 470mila euro a casa di cura - https://t.co/lscAjHYTZT

Condividi con un amico