Campania

Sant’Arpino è la “Tribù” telefonica più grande d’Italia

 CASERTA. E’ un caso unico in Italia. Un’idea originale destinata a diventare un riferimento per molti comuni del nostro Paese.

In tempi di “casta” e di assurdi privilegi e benefit, il Comune di Sant’Arpino (Caserta) e Tim danno una risposta formidabile a quanti invocano una nuova stagione politica, “sobria” e “rigorosa” nella gestione della cosa pubblica. Stiamo parlando della prima “Tribù” telefonica comunale.

L’iniziativa, ufficializzata ieri, e che non prevede alcun costo per la cittadina casertana, ha suscitato un grande interesse dei media nazionali che hanno diffuso con grande risalto la notizia senza precedenti. Si tratta di un accordo tra ente locale e il primo gestore di telefonia mobile in Italia, secondo cui i cittadini santarpinesi gratuitamente possono accedere al piano “TIMtribù”. Una opzione che prevede una serie di vantaggi economici e soprattutto la possibilità di stare in contatto costante con gli amministratori comunali e fra gli stessi cittadini, usufruendo di una tariffa ridotta.

“Sin dal nostro insediamento – ha scritto il sindaco Eugenio Di Santo in una nota inviata a tutte le famiglie di Sant’Arpino – abbiamo subito avviato una drastica riduzione degli sprechi, tra cui quelli relativi alla rete di telefonia mobile tra amministratori, dipendenti ed alcuni rappresentanti dei sodalizi socio-culturali santarpinesi, per la cui gestione in precedenza il nostro Ente sborsava una considerevole quantità di risorse pubbliche. Tuttavia, consci della grande utilità della comunicazione mobile, da subito ci siamo interrogati su quale potesse essere il nuovo e più conveniente piano di comunicazione da adottare senza gravare di un centesimo sulla casse comunali. Siamo venuti a conoscenza della vantaggiosa offerta TIMtribù. Ciascuno di noi, a proprie spese, ha immediatamente acquistato una sim ed ha attivato la conveniente offerta tariffaria. Al resto ha provveduto un efficace passaparola: in pochi giorni si è costituita una piccola tribù costituita non solo da amministratori e dipendenti, ma anche da tanti addetti ai lavori e rappresentanti delle varie articolazioni sociali. Ma non ci siamo fermati. Grazie all’intuizione dell’assessore Elpidio Iorio, abbiamo avviato dei contatti con la Direzione Generale di Telecom Italia per studiare una formula che consentisse a ciascuna famiglia di dotarsi gratuitamente dell’offerta TIMtribù. L’intento è quello di avvicinare la popolazione alla più importante delle istituzioni locali attraverso un filo diretto tra amministratori e amministrati, tra popolazione e uffici pubblici. Telecom Italia si è mostrata subito disponibile, e ha accettato di sperimentare con l’offerta ‘TIMtribù per Sant’Arpino’ una tribù locale, unico caso in Italia, con funzioni anche di pubblica utilità”.

Ciascuna famiglia santarpinese potrà attivare fino a tre sim e quindi subito contattare gli amministratori (Sindaco, Assessori, Presidente del Consiglio Comunale, Consiglieri delegati) i cui numeri telefonici sono stati opportunamente pubblicizzati. Una collaborazione, quella avviata tra Telecom Italia e il Comune di Sant’Arpino, nata per cercare di avvicinare le istituzioni ai bisogni della gente, per rendere partecipe la popolazione nell’azione di governo, per non interrompere mai il dialogo con la cittadinanza, che in tal modo si sente spronata ad essere sempre più “attiva”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico