Napoli Prov.

Agguato di camorra a Casalnuovo: uccisi due pregiudicati

 CASALNUOVO (Napoli). Nuovo agguato in provincia di Napoli. A Casalnuovo, davanti ad un bar, sono stati uccisi due pluripregiudicati, Pasquale Iorio Raccioppoli e il cognato Crescenzo Raccioppoli.

Il primo, detto “Pasqualuccio ‘o curto”, 55 anni, aveva 20 anni di carcere alle spalle, per diversi reati, fra cui omicidio e associazione a delinquere. Circolava con un’auto blindata e seguito da una scorta armata, sintomo del timore di essere bersaglio di attentati. Ex affiliato al clan Egizio, era diventato imprenditore edile. Gli inquirenti stanno vagliando anche la sua parentela con Domenico Pelliccia, l’imprenditore che costruì la cittadella totalmente abusiva – venuta fuori all’improvviso nel 2007, e poi in parte demolita – che provocò uno scandalo nazionale. Crescenzo Raccioppoli, 52 anni, aveva invece una fabbrica di lavorazione della plastica. I due erano arrivati alla pasticceria bar “Mose”, in via Nazionale delle Puglie, una zona molto trafficata della città, a bordo di una jeep, parcheggiata a pochi metri. Sono stati freddati da numerosi colpi di kalashnikov, da qualcuno che si è avvicinato invece a piedi. Secondo gli inquirenti, il doppio omicidio si inquadra nell’ambito dei contrasti tra i clan locali per il predominio delle attività illecite.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico