Caiazzo - Castel Morrone - Piana di Monte Verna - Castel Campagnano - Ruviano

Giaquinto alla minoranza: “Si abbandoni la logica disfattista”

Stefano Giaquinto CAIAZZO. “La minoranza ancora una volta ha perso l’occasione per potersi dimostrare costruttiva e non demagogica mostrando palesemente la propria incapacità di formulare proposte fattive.

Mi auguro che questo atteggiamento non sia il solo frutto della componente consiliare – altrimenti sarei doppiamente deluso – ma di chi con l’arroganza e la falsa moralità sta distruggendo quella positività che la minoranza consiliare di Città Viva ha dimostrato fino ad oggi”.

Così il sindaco di Caiazzo Stefano Giaquinto risponde alle recenti polemiche avanzate dalla minoranza sulla Tarsu.“La riduzione della tariffa è una delle priorità dell’amministrazione, lo abbiamo detto e ripetuto ai cittadini proprio con pubbliche assemblee, confrontandoci con loro. La maggioranza può per la responsabilità che ricopre accogliere le proposte della minoranza ma purché siano concrete nei modi e nelle forme. La tariffa – spiega il sindaco – sarà ridotta secondo l’art 1, comma 169, della legge 27/12/2006, n. 296 secondo il quale gli enti locali deliberano la tariffa e le aliquote relative ai tributi di loro competenza entro la data fissata dalle norme statali per la deliberazione del bilancio di precisione, ossia entro il mese di marzo, o meglio – come nel 2009 – entro maggio. Inoltre il regolamento comunale all’ art 6 stabilisce che entro il 31 ottobre di ogni anno il comune delibera in base alla classificazione le tariffe per unità di superficie dei locali ed aree. Considerato perciò che da dicembre 2008 sono in corso ed ora in via di definizione gli accertamenti Tarsu, ottenendo il ruolo definitivo delle verifiche, formuleremo entro e non oltre i termini consentiti quanto e come sarà ridotta la tariffa”.

“La minoranza consiliare non tiene conto di tutto questo – conclude Giaquinto – non ha formulato una proposta credibile e concreta lasciandosi ancora una volta abbindolare da chi non rappresenta neanche se stesso, bocciato dall’elettorato e incapace di ragionare”. Infine, il primo cittadino invita un appello al capogruppo di Città Viva: “Abbandona la logica disfattista dei pochi, di chi non vuole costruire e voltare pagina. Piuttosto sviluppa, realizza e concretizza insieme al gruppo di maggioranza il futuro di questa città”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico