Aversa

Igiene urbana, scadenza del bando posticipata al 31 agosto

Luciano Luciano AVERSA. E’ stata prorogata al 31 agosto prossimo, precedentemente fissata per il 10 dello stesso mese, la scadenza per la presentazione delle offerte nell’ambito della gara per l’espletamento del servizio di igiene urbana del comune di Aversa.

“E’ stata una scelta obbligata per evitare – ha dichiarato l’assessore delegato Luciano Luciano – corse contro il tempo. Poiché successivamente si dovranno porre in essere una serie di atti, ci saremmo trovati in piena attività in giorni di paralisi per Ferragosto. Da qui la decisione di far slittare la scadenza. Il tutto con l’intesa che il primo settembre si riunisca già la commissione chiamata ad esaminare le offerte che saranno presentate da parte dei privati per assegnare il servizio in tempi brevi”.

E, proprio in relazione alla commissione che andrà a scegliere il progetto più convincente, il prefetto di Caserta, da parte sua, ha già nominato il proprio rappresentante nella persona del segretario generale dell’amministrazione provinciale di Caserta.

“I due componenti di competenza dell’amministrazione comunale – ha continuato l’assessore della giunta presieduta dal sindaco azzurro Mimmo Ciaramella – saranno esterni, non politici, ma tecnici, docenti universitari. Anche la loro nomina avverrà a breve per fare in modo che alla scadenza del bando la commissione sia nella pienezza dei propri poteri e pronta per operare”.

Ma sulla riuscita della gara, sulla possibilità che essa possa portare a designare il soggetto privato, così come deciso dalla maggioranza di centrodestra, a gestire il servizio di igiene urbana, c’è chi come, il leader de “La Destra”, Pino Cannavale, ma anche diversi esponenti della Sinistra e del centrosinistra, ha delle perplessità. “Abbiamo il fondato timore – afferma il seguace di Francesco Storace – che non ci saranno domande di partecipazione perché non è affatto appetibile gestire questo tipo di servizio in territori difficili come il nostro”. “Ancora una volta – gli fa eco il consigliere comunale comunista Mimmo Rosato – si è deciso di delegare un servizio che, a nostro avviso, andava gestito direttamente dal comune per evitare qualsiasi tipo di possibili infiltrazioni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico