Aversa

Grest: balli, preghiere e giochi in chiesa col “Nasinsu’”

 AVERSA. Si concludeoggi il “Grest”, l’oratorio estivo della parrocchia di San Nicola di Aversa organizzato da don Pietro Paolo Pellegrino e don Luciano Pellino aiutati da 50 giovani volontari, per lo più studenti, che vestono per questo evento i panni di animatori.

L’iniziativa ha quest’anno come titolo “Nasinsù. Guarda il cielo e conta le stelle” e coinvolge ben 150 bambini dai 7 ai 10 anni, suddivisi in 4 squadre che portano il nome dei 4 punti cardinali. I ragazzi per 10 giorni, dalle 9 alle 16, hanno partecipato alle attività pensate per loro: giochi di squadra, musica, balli, teatro e realizzazione di lavori manuali, alternati a momenti di spiritualità, di preghiera e di condivisione.

In una città dove la civiltà è a volte un bene di lusso, dove troppo spesso il concetto di “io” si sostituisce a quello di “noi” e l’egoismo vince sulla cooperazione per raggiungere un fine comune, questa isola felice insegna ai bambini il lavoro di squadra, favorisce la socializzazione, li aiuta a crescere giocando a farli interagire, perché crescano nella dimensione dell’altro. L’iniziativa, che ha preso il via il 20 giugno, si concluderà domani con un grande momento di festa, al quale saranno invitati a partecipare anche i genitori.

Il grande successo del “Grest” è la prova di quanto questa città abbia bisogno di stimoli come questi, al punto che l’anno prossimo non solo questa bella iniziativa si ripeterà, ma già da adesso sono aumentate le richieste di iscrizione e don Pietro Paolo sta pensando di prolungarne la durata.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico