Aversa

Arca Atletica Aversa vince anche i Societari ragazzi regionali

 AVERSA. Stare ad elencare quanti titoli regionali ha conquistato l’Arca Atletica Aversa Agro Aversano nella stagione in corso è impresa ormai non più facile.

Bisogna di certo sedersi a tavolino ed andare indietro nei sei mesi appena trascorsi, per veder venire fuori un elenco impressionante. Di certo il team aversano, forte anche dei supporti giovanili che arrivano da San Marcellino, ormai pare sfidare tutti e tutto.

Sabato si è riusciti anche nell’impresa di vincere il titolo di società su pista per la categoria ragazzi, titolo che si credeva impossibile da portare a casa dopo le belle imprese dei ragazzi di Villa Literno che guidavano la classifica provvisoria, ma poi una debacle improvvisa del team liternese ha aperto le porte a quello aversano-sammarcellinse che non aspettava altro.

Nella classifica finale l’Atletica Aversa Agro Aversano batte con 5.565 punti l’Ideatletica Salerno (5220), quindi la Libertas Baronissi (3927), si ferma al palo l’Atletica Villa Literno ferma al sesto posto, ottavo posto per l’altra società casertana delle Fiamme Argento. In chiave femminile settimo posto sempre per l’Atletica Aversa, mentre nono posto per l’Atletica Scuola ACserta e dodicesimo per le Fiamme Argento.

Da segnalare su tutti la tripletta nella prova dei 1000 metri ottenuta dai ragazzi aversani grazie all’impresa di Luigi Conte, che ha battuto Antonio Dello Iacono e Alberto Palmiero. Primo posto anche per la staffetta 4×100 aversana, composta da Cammarosano, Palmiero, Taras e Petri, ottimo anche il secondo posto sui 60 metri di Niaone Brahim, velocista di origini africane che cresce sotto le cure di Carmine Gambino e che promette cose egregie. Ottimo anche il secondo posto del “solito” Luigi Conte sui 60 metri ad ostacoli dove conquista l’argento. Adele Menale va sul podio sia dei 60 ostacoli che del salto in lungo tra le ragazze.

Con questa vittoria la società dell’Arca nella categoria ragazzi porta a casa dopo i titoli del cross, staffette e strada, anche quello su pista, un poker che la dice lunga sulla bella avventura di questi ragazzi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico