Trentola Ducenta

In città imperversa il “Paganesimo imperante”: avanti con giunte policrom

Nicola PaganoTRENTOLA DUCENTA. L’ultima giunta partorita dal sindacoNicola Pagano, la quarta per la precisione in meno di due anni di governo cittadino, pone non pochi problemi ad una giusta interpretazione dei soliti “sempliciotti” della politica locale.

La prima domanda che ci si pone è di che colore sia questa Giunta. Risposta non facile se la si vuole inquadrare nel freddo sistema di tabelle, posizionamenti ed appartenenze. E’ ormai chiaro che quell’idea dell’Arcobaleno, gruppo multicolore, per grossa parte di centrosinistra, ma che già aveva in sé forti presenze di centrodestra, sia totalmente sfumata.

Nelle precedenti giunte, Pagano ha portato sì due “comunisti doc”, prima Giuseppina Pirozzi e poi Vittorio Savino, ma in entrambi i casi se ne è presto sbarazzato, preferendo presenze più centriste, dal Partito Democratico, all’Udc, con qualche strana miscela di ex provenienti da svariati partiti. Soluzione per accontentare ora questo, ora quell’altro pretendente.

Oggi, però, la sterzata è totale e se ne sono accorti anche i componenti dell’attuale opposizione di centrodestra, che cercano di prendere le distanze dai “forzisti” arrivati freschi freschi dal gruppo che fa capo al consigliere regionale Giuseppe Sagliocco che, pur avendo un fratello in consiglio comunale schierato con Giuseppe Apicella e Michele Griffo, vede, senza problemi e di buon auspicio, la presenza di suoi collaboratori ed amici nella nuova Giunta Pagano. Un ritorno alla grande nella sua Trentola Ducenta, quello di Sagliocco, prima di impegnarsi nelle ben più dure campagne”aversane, dove lo braccano cacciatori più attenti e raffinati.

A nulla potranno ormai le rimostranze del centrodestra e dei Riformisti contro quella che in città viene ritenuta ormai una corrente di pensiero politico-filosofico, il “paganesimo”, che va avanti senza problemi e forse molto meglio dell’inceneritore di Acerra: inghiotte, brucia e trasforma qualsiasi corrente politica, ideologia, struttura mentale, al fine di un’unica poltiglia di politica imperante nelle nostre zone, quella della non politica.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico