Teverola

Improta: “E’ tempo di rispettare la legge”

Raffaele ImprotaTEVEROLA. Il consigliere comunale uscente e candidato del Pdl, Raffaele Improta, interviene sulla polemica innescata dalla lista “Progetto Civico” del sindaco Biagio Lusini all’indomani della sua ricusazione dalle amministrazione del 6-7 giugno.

Vicenda per la quale si attende l’esito del ricorso al Tar, presentato stamani dalla stessa lista. In una nota, la maggioranza Lusini aveva affermato: “Le strumentalizzazioni politiche cui stiamo assistendo in questi giorni sono il segnale di una totale mancanza di rispetto verso il principio democratico, mortificato a Teverola da uno sciacallaggio che lascia sbalorditi. dinanzi alle reazioni del centrodestra che pur di detenere il potere non esita a calpestare la libertà di scelta della popolazione, che invece deve essere garantita sempre e ovunque, non esiteremo a metterci in gioco”.

Su questo il candidato Improta commenta: “Se non fosse per quest’ultima affermazione, di volersi metter a ‘giocare’, ci sarebbe da rimanere tramortiti dal cumulo di farneticazioni che la lista civica di sinistra, (auto)esclusa dalla competizione elettorale per un proprio errore procedurale, ha riversato sugli esponenti del Pdl. I furboni di sempre, moralisti e pedagoghi un tanto al chilo, con la puzza sotto il naso, quelli che ancora oggi detengono il potere gestito ininterrottamente da 15 anni, sono di nuovo saliti in cattedra per una lezione di educazione civica e di morale delle quali, come sempre, da veri comunisti, si sentono gli unici depositari. E cosa rispolverano un vecchio detto: ‘la migliore difesa è l’attacco’. Per questo, senza pudore e con una faccia più tosta dei bronzi di Riace, insultano gli avversari politici, tacciandoli di ‘sciacallaggio’ senza curarsi del significato delle parole e accusandoli di non esitare a calpestare la libertà di scelta della popolazione, loro che sulle regole e sulla legalità delle procedure elettorali, le sole che garantiscono sempre e ovunque le popolazioni, ci hanno passeggiato sopra a piedi nudi; loro che sospingono, adesso, il popolo a rinunciare al diritto di voto, a farsi ‘sovrano’, come dice la Costituzione, per riparare ad un proprio incredibile errore nella presentazione della lista, in violazione delle regole stabilite e, dunque, per i propri interessi di parte. E’ stata proprio la sinistra a calpestare la libertà di scelta della popolazione, dando l’ultimo penoso spettacolo, in finale di consiliatura, di tutta la sua incapacità a rispettare le regole democratiche, persino nella materia elettorale, delicatissima e fondamentale per la democrazia e privando, così, la popolazione della possibilità di scegliere anche una lista responsabile di 15 anni di malgoverno cittadino, come è ben noto a tutti. Se la lista civica, affermando che ‘la libertà di scelta deve essere garantita sempre e ovunque’, voleva dire: anche a costo di fottersene delle regole, instauri da qualche altra parte la sua repubblica della vodka o delle banane, non qui a Teverola. Nella nostra Città, – conclude Improta – ora, è il tempo di rispettare la legge, ‘sempre e ovunque’, la legalità democratica, le procedure poste a garanzia della libertà dei cittadini. Nel frattempo il ‘Progetto Civico’, se crede, può applicarsi alla lettura e corretta interpretazione delle leggi e tra cinque anni ripassare per sostenere l’esame dinanzi al popolo sovrano”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico