Sant’Arpino

Pulcinellamente, incontro su legalità con Rosaria Capacchione

Rosaria CapacchioneSANT’ARPINO. Due appuntamenti molto significativi caratterizzeranno la prima domenica dell’XI edizione della Rassegna Nazionale di Teatro Scuola “PulciNellaMente”.

Come di consueto, visto il giorno festivo, gli spettacoli delle scuole in gara non ci saranno, ma non mancheranno di certo i motivi per partecipare ai momenti previsti dalla manifestazione che si avvale dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica. Si partirà alle 10:30 nella sala convegni del Palazzo Ducale “Sanchez de Luna” in Piazza Umberto I con la “Giornata per la Legalità”.

All’incontro dibattito, oltre agli organizzatori Elpidio Iorio, Carmela Barbato e Antonio Iavazzo, interverranno numerose personalità in prima linea nella lotta contro la criminalità organizzata a cominciare dalla giornalista, Rosaria Capacchione, costretta a vivere sotto scorta per le sue coraggiose inchieste sulla camorra, a cui peraltro sarà consegnato il Premio PulciNellaMente 2009.

All’appuntamento, insieme al sindaco e all’assessore alla Cultura di Sant’Arpino Eugenio Di Santo e Giuseppe Lettera, parteciperanno anche: il giovane scrittore Rosario Esposito La Rossa, che con il suo libro d’esordio “Al di là della Neve” ha vinto il Premio Siani 2008; il referente per la Campania di “Libera” don Tonino Palese; Presidente del Consiglio Comunale Francesco Di Caterino; Carmen Petillo della Fondazione Premio Napoli. Nel corso della mattinata saranno consegnati dei riconoscimenti ai genitori di don Peppino Diana; a Gennaro Del Prete, figlio di Federico Del Prete, il sindacalista ucciso dalla camorra, e a Carmelina testimone di camorra e maestra di Mondragone.

“Da sempre PulciNellaMente – dichiarano Iorio, Barbato e Iavazzo – è al fianco delle associazioni che si battono contro la malavita. In un periodo come quello attuale abbiamo sentito impellente la necessità di dedicare uno spazio a queste tematiche, consci del fatto che non è possibile parlare di riscatto delle nostre terre se non si affronta de visu il cancro che le attanaglia”.

In serata spazio al teatro: alle 21, al Teatro Lendi, in collaborazione con il progetto Punta Corsara e la Fondazione Campania dei Festival (sarà presente la presidente Rachele Furfaro), è in programma lo spettacolo “Johanna Padana” con Marina De Juli. L’allieva di Dario Fo e Franca Rame porterà in scena la trasposizione al femminile del celeberrimo “Johan Padan” del Premio Nobel per la Letteratura. Un monologo quello della De Juli che già tanti consensi di critica e pubblico ha riscosso e che narra la storia di Johanna, una donna qualunque cresciuta tra le valli bergamasche, e delle sue peripezie. La storia di un viaggio attraverso culture, popoli, territori, tra gente qualunque che forse alla storia ufficiale non interessa, ma che fa storia, il tutto narrato con lo stile inconfondibile di Dario Fo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico