Sant’Arpino

Parte il 29 maggio la XVII Sagra del Casatiello

Aldo Pezzella SANT’ARPINO. Partirà venerdì 29 maggio, alle 18.30, la diciassettesima edizione della Sagra del Castiello, che per tre giorni trasformerà Piazza Umberto I e l’intero centro storico di Sant’Arpino nella meta preferita dei buongustai campani e non solo.

Organizzata dalla ProLoco di Sant’Arpino, e patrocinata dall’amministrazione comunale atellana, dalla Provincia di Caserta, dalla Regione Campania, l’edizione 2009 della Sagra, che avrà fra i suoi partner l’Ente Provinciale del Turismo e dalla federazione di Terra di Lavoro dell’Unpli, si preannuncia ricca di novità. A differenza di quanto accaduto fino all’anno scorso saranno ben cinque i panificatori che produrranno i rustici tipici della cucina contadina atellana. Prima dell’apertura dei diversi stands enogastronomici e quelli dei produttori artigianali, ci sarà un prologo dedicato alla solidarietà con la possibilità di donare il sangue presso l’Unità Mobile del Centro Trasfusionale del Presidio Ospedaliero di Aversa, dove vi saranno anche dei medici e degli esperti che, per l’intera serata, daranno informazioni sull’educazione alimentare e sulla dietologia.

Passando agli appuntamenti in programma durante la prima giornata, alle 18:30, come detto, apriranno gli stands di prodotti dell’artigianato locale, mentre mezzora più tardi toccherà a quelli gastronomici con i primi casatielli caldi appena sfornati. Alle 19:30 ci sarà il taglio del nastro delle mostre di pittura e scultura di alcuni artisti locali. Il primo spettacolo della serata è in programma per le 20:00 quando si esibirà il gruppo Ancia Libera con una perfomance ricca di musiche della tradizione campana, rigorosamente suonate con strumenti tipici della nostra regione. Alle 21:30 il proscenio sarà per uno spettacolo di balli e canti popolari di Terra di Lavoro con il gruppo “Il Piccolo Dilemma sulle Origini”.

“Sin dalla prima serata – dichiara il Presidente della Pro Loco di Sant’Arpino, Aldo Pezzella il programma della diciassettesima edizione della Sagra del Casatiello si presenta ricco di momenti interessanti in grado di far trascorrere ore piacevoli a quanti vorranno partecipare alla nostra manifestazione già da venerdì. Insieme alla degustazione del prelibato rustico ci sarà la possibilità di fare un tuffo nella tradizione culturale e musicale nostrana, il tutto all’insegna del divertimento e della leggerezza. Non mi resta – conclude Pezzella – che invitare tutti in Piazza Umberto I per tornare a vivere l’atmosfera di una manifestazione che da oltre tre lustri richiama migliaia di persone”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico