Sant’Arpino

“Libertà di pensiero”, nuova pubblicazione dell’autore atellano Nicola Br

 SANT’ARPINO. “Libertà di pensiero. Note e considerazioni teoriche del diritto”. E’ questo il titolo dell’ultima fatica editoriale dello studioso atellano Nicola Brancaccio.

Un lavoro in cui l’autore “si sofferma largamente su considerazioni teoriche della genesi dei reati di opinione e di espressione, e lo fa sempre orbitando in “alte sfere del pensiero garantista”, senza mai “cadere in vuoti d’aria o in basso stile”. Parole di Sergio Sangiorgi, tra i più autorevoli esperi di diritto scolastico, che aggiunge: “lo scrittore atellano si augura che venga presto affrontato il problema della depenalizzazione di tutti i reati di opinione e di espressione, e l’istituzione di un sistema alternativo penale, per la ricomposizione dei conflitti sociali e interpersonali, con una diversa metodologia operativa”.

Un saggio davvero interessante e di grande attualità, scritto con un pensiero grato rivolto al professor Renato Treves, “maestro” di Brancaccio e padre della sociologia del diritto in Italia e nel mondo. “Nell’esprimere il nostro plauso al nostro conterraneo Nicola Brancaccio per questo nuovo e pregevole lavoro – affermano all’unisono il sindaco di Sant’Arpino Eugenio Di Santo e l’assessore alla cultura Giuseppe Lettera– ci auguriamo dal profondo del cuore, facendo propri gli auspici del professor Sangiorgi – che questa pubblicazione possa rappresentare il sorriso della speranza, per un ulteriore contributo alla “lotta contro la violenza e all’odio di classe” per la ricomposizione della conflittualità sociale che ancora oggi affligge l’umanità”.

“Ancora una volta – sottolinea Elpidio Iorio, assessore e amico dell’autore – Nicola Brancaccio, sociologo, uomo di fede e di pensiero, ha il merito di stimolare in ciascuno di noi una seria riflessione su una tematica particolarmente sentita qual è il reato di opinione. Con le abilità che gli sono proprie, tratta l’argomento con profondità attraverso l’originale quanto incisiva forma dell’aforisma: per giungere direttamente al senso e al significato delle ‘cose’, con larvata sentenziosità. Pur vivendo lontano dalla sua terra natia, l’autore ottantenne continua a rendere omaggio e lustro al territorio atellano che gli è perennemente riconoscente”.

Non manca ovviamente di esternare orgoglio e gratitudine a Nicola, il fratello Salvatore, già sindaco di Sant’Arpino e più volte consigliere provinciale. L’autore, che vanta collaborazioni con prestigiosi quotidiani e riviste italiane, è stato insignito di diverse onorificenze tra cui il Grifo D’Oro del Comune di Dozzo (Bo), il diploma di merito dell’Unesco di Cultura artistica, Storia regionale”, “Geografia commerciale e coloniale”. E’ assistente delprofessor Silvio Riva della Pontificia Università Latreranense di Roma, nonché direttore della rivista di Catechesi di Como.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico