Sant’Arpino

“La coda di paglia del sindaco Di Santo”

Palazzo DucaleSANT’ARPINO. “Excusatio non petita, accusatio manifesta! Ovvero quando si ha la coda di paglia. Ti invitiamo, caro sindaco, a leggere con più attenzione le cose che diciamo”.

A stretto giro arriva la replica del Pd alle dichiarazioni del sindaco Eugenio Di Santo, il quale ha detto di non tollerare “lezioni di oratoria” dal suo predecessore Giuseppe Savoia.

“Nessuno di noi si sarebbe mai sognato di sfidarti in una gara oratoria, né tantomeno farti delle lezioni. – spiega il Pd – In tale campo tu sei un maestro e hai già acquisito il gran merito di essere, grazie alle tue inarrivabili performance, nel Guinness dei primati. Noi ti abbiamo solo invitato, e sapevamo che saresti scappato, ad un confronto sulle questioni e sui problemi connessi alla tua sconsiderata amministrazione. Ed è veramente patetico questo continuo riandare alle elezioni trascorse. Lo sappiamo bene, e se ne stanno accorgendo meglio i nostri concittadini, che hai vinto. Ed è per questo che devi avere la ‘pazienza’ di ascoltare le nostre critiche. E’ la democrazia bellezza. In quanto alla trasparenza e alla correttezza amministrativa lasci che siano altri a giudicare perché ‘chi si loda si imbroda’”.

Il Pd conclude con un riferimento alla questione sulla sentenza con cui il Tar ha obbligato il Comune a fornire gli atti alla minoranza. “Inutile arrampicarsi sugli specchi, la sentenza vi condanna a dare gli atti che avevate negato e per sfuggire al confronto ti comporti come il lupo nei confronti dell’agnello”.

Infine, i democratici danno “un piccolo suggerimento e un modesto consiglio, anche se sappiamo che il sindaco non ne ha bisogno”, ossia: “Non confondere la partecipazione con la voglia di divertirsi della gente. Si corre il rischio di scambiarla per consenso. Alle feste organizzate dall’Imperatore Nerone accorreva sempre una gran folla di partecipanti. Ciò non impedì a Nerone di distruggere Roma”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico