Sant’Arpino

Gli studenti di San Leucio disegnano logo della XVII Sagra del Casatiello

 SANT’ARPINO. E’ stato un lavoro degli alunni della classe Terza C dell’Istituto d’Arte di San Leucio a essere prescelto quale manifesto-simbolo della diciassettesima edizione della Sagra del Casatiello che si terrà dal 29 al 31 maggio prossimi a Sant’Arpino.

L’apposita Commissione costituita dal presidente del sodalizio atellano, Aldo Pezzella, dai soci Francesco Ziello, Assunta Rocco, Maria Cinquegrana, Giuseppina Bagno, Adelina D’Ambra, dal dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Vincenzo Rocco”, Michele Dell’Amico, dall’assessore alla cultura e all’istruzione del Comune di Sant’Arpino, Giuseppe Lettera, dal presidente provinciale dell’Unpli (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia), Franco Pezone, dal fotografo, Salvatore Di Vilio, e dal grafico, Giovanni Schioppa, ha privilegiato tale lavoro rispetto a quelli provenienti da altri istituti scolastici di Terra di Lavoro. Ai ragazzi leuciani è andato anche un simbolico premio in danaro di 150 euro, oltre che una targa.

“Con questa competizione fra le scuole – dichiara il presidente Pezzella – abbiamo voluto rafforzare il legame che da sempre unisce la Pro Loco, il territorio, inteso in tutte le sue sfaccettature, e il mondo dell’istruzione. La Sagra del Casatiello del resto è un’iniziativa che punta ad un coinvolgimento a 360 gradi non solo la comunità di Sant’Arpino, ma dell’intera realtà casertana e campana. Attraverso la valorizzazione del uno dei piatti simbolo della comunità atellana, anche quest’anno cerchiamo di fare formazione, aprendo dibattiti sia storici che scientifici, come quello sulla corretta alimentazione. Il tutto in un contesto festoso e goliardico tipico delle sagre. Siamo davvero felici delle risposte delle scuole che hanno ancora una volta dimostrato di saper intercettare gli stimoli migliori che provengono dalle realtà che le circonda”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico