San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

Esplode camera iperbarica: grave Francesco Pio, muore la nonna

Francesco Pio Martinisi SAN FELICE A CANCELLO. E’ rimasto gravemente ustionato nell’esplosione di una camera iperbarica il piccolo Francesco Pio Martinisi di San Felice a Cancello (Caserta).

Affetto da tetraparesi spastica (paresi di alcune zone del cervello), Francesco si era recato il 22 novembre scorso negli Stati Uniti per curarsi nel Centro Neurologico a Lauderdale, in Florida. La nonna, Vincenza Pesce, che era con lui, è morta mentre Francesco ha subito ustioni sull’80% del corpo e probabilmente ha già perso anche la vista.

“E’ purtroppo paradossale che un viaggio fatto per curarsi sia finito in modo così tragico per un assurdo scherzo del destino”, commenta il sindaco di San Felice Pasquale De Lucia che aveva promosso Il piccolo Francesco con il sindaco De Luciamanifestazioni di sensibilizzazione nelle piazze con lo scopo di raccogliere fondi per far sì che Francesco Pio potesse essere sottoposto ad una serie di terapie nel centro della Florida.

Ora è ricoverato nel reparto grandi ustionati del Jackson Memorial Hospital.

Il padre del bambino, tornato in Italia una settimana fa per la nascita del secondo figlio, è ripartito immediatamente per la Florida, dove viene assistito dal console generale a Miami, Marco Rocca.

Non sono ancora chiare le ragioni dell’esplosione e dell’incendio della camera iperbarica, che dopo l’incidente è stata portata via dal Centro per permettere le indagini.

Video dalla tv americana

“Da circa un anno

– afferma ilsindaco De Lucia – era iniziata gara di solidarietà per cercare di fare il possibile per il piccolo Francesco Pio, bisognoso di cure, perché affetto da Tetraparesi spastica. La nostra comunità aveva risposto molto bene all’appello, così come avevano fatto anche le città limitrofe. Per il piccolo, avevamo organizzato concerti, manifestazioni e cori Gospel, poi finalmente abbiamo avuto la possibilità, dopo aver aiutato la famiglia a raccogliere 150 mila euro, di mandare questo bellissimo bambino di 4 anni a curarsi in questo centro specializzato, il più attrezzato, per cercare di fargli recuperare tutte le sue funzioni. Coltivavamo la speranza che tutto ciò potesse avvenire quanto prima. Siamo sempre stati vicini al padre Luigi, partito per la Florida qualche ora prima della tragedia per dare il cambio ai familiari, alla madre che da poco ha avuto un secondo figlio e alla eroica zia Caterina Ruscio che ha portato avanti con grande fermezza questa nobile causa. Già da un po’ avevamo avuto notizie dei miglioramenti del bambino, poi stamattina ci siamo dovuti sorbire questa doccia fredda. Nella speranza che il piccolo, attualmente in gravissime condizioni, si possa riprendere, in qualità di sindaco proclamerò nei prossimi giorni il lutto cittadino per commemorare la figura della nonna di Francesco Pio, la signora Enza, che ricordo con grande affetto. La nostra amministrazione comunale farà tutto il possibile per la famiglia Martinisi, colpita in queste ore da questa immane tragedia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico