San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

Cervino, Valentino: “Dobbiamo davvero scrivere un’altra storia”

Antimo Rivetti CERVINO. La lista numero due “Un’altra storia per Cervino, Messercola e Forchia” è tornatasabato serain piazza per la campagna elettorale in vista delle prossime elezioni comunali in programma il6 e 7 giugno.

In una piazza Immacolata in Messercola gremita più di quanto prevedibile, oltre al candidato sindaco Angela Valentino, sul palco sono saliti tutti i candidati alla carica di consigliere comunale.

Tra i primi a parlare, il giovane candidato consigliere di Messercola Antonio Maione: “Ho trenta anni e ricordo quando da piccoli dovevamo restare in casa per giocare. Un domani spero che mio figlio e tanti altri bambini possano farlo in un parco giochi, in una villetta. E poi con un sindaco donna il nostro comune avrebbe tutt’altra immagine, sarebbe veramente un’altra storia”.

Puntuale e preciso l’intervento del consigliere comunale uscente Antimo Rivetti (nella foto): “Saluto tutti, presenti ed assenti. Abbiamo presentato questa lista con forza e coraggio. Coraggio nostro che ci siamo presentati e vostro che dovrete darci forza e cominciare a scrivere, dall’8 giugno, un’altra storia. Non dobbiamo avere paura perché il nostro modo di fare ci ha dato la consapevolezza che un futuro migliore è possibile. Quanto sta succedendo nelle ultime settimane è un film già visto. Avere quattro liste in campo significa che c’è voglia di fare qualcosa. Io auguro a tutti i candidati una campagna elettorale serena e tranquilla. Ho la massima stima per gli altri candidati, sotto il profilo umano. Ma non posso tacere sul profilo politico di alcuno. Perché non si possono raccontare mezze verità. Non capisco chi ha fatto opposizione e non ha prodotto nulla. Sfido chiunque delle altre liste a dimostrare come hanno fatto opposizione fino a due mesi fa. Dove eravate prima? Anche questa volta scomparirete una volta sconfitti. Noi ci siamo sempre stati e sempre ci saremo. Abbiamo sempre fatto opposizione, abbiamo cominciato a denunciare ciò che non andava nel 2004. Dov’era chi ora si scopre paladino dei cittadini negli ultimi mesi? Quella stessa persona che sul palco di questa piazza il 25 aprile ha detto che questa maggioranza sta portando di nuovo il comune sull’orlo del dissesto finanziario. Di nuovo, appunto”.

Chiusura per la candidata sindaco: “Sono emozionata a parlare in una piazza dove hanno parlato persone che hanno fatto la storia di questo comune: penso agli avvocati Pascarella, Caturano e Piscitelli, ai due Salerno e, consentitemelo, a mio padre Filippo Valentino. Pensavo fossimo in quattordici, invece, come ci è stato detto, con la nostra dignità siamo diventati quindici: il nostro quindicesimo candidato è il popolo di Cervino, che ieri era a Forchia e stasera è qui a Messercola. Si dice in giro che ho la testa dura, che sono presuntuosa. Sì lo sono, perché ho la presunzione di credere che il popolo di Cervino non è stupido ed ignorante, che non ne può più di dispetti. Noi abbiamo un progetto, costruito nel tempo e condiviso, anche da persone arrivate dopo. Aggregazione non è spartizione di cariche bensì convinzione di fare un percorso; il nostro riporterà la legalità in paese. I gruppi formati all’ultimo momento non possono avere la necessaria coesione per amministrare. La nostra condizione non risale agli ultimi dieci anni, ma agli ultimi venticinque almeno. Avremo bisogno del vostro aiuto anche quando avremo vinto le elezioni. Prevediamo incontri con la gente per fare il resoconto di quanto fatto e di quanto ci sarà ancora bisogno di fare. Il comune non è di chi amministra, il comune è di tutti, è vostro. Parlano di trasparenza… quando le delibere non erano affisse nemmeno all’albo pretorio. State sicuri che queste elezioni le vinceremo perché stiamo arrivando al cuore della gente. Come una valanga che cresce con il tempo stiamo crescendo ed acquistando consensi e tutti se ne accorgeranno l’8 giugno. E quando vinceremo accetteremo le proposte dell’opposizione, purché presentate senza secondi fini. Cari concittadini, siate protagonisti della vostra storia”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico