Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Taglialatela e Fusco: “La Cultura arma di Legalità”

Antonio Taglialatela MONDRAGONE. Parte il ciclo di incontri “Letteratura e Legalità”: una rassegna legata ai temi della legalità con la presenza di autori nazionali che con le proprie fatiche letterarie hanno cercato di donare un autorevole contributo all’analisi del fenomeno criminale.

Nei tre appuntamenti si alterneranno scrittori di fama nazionale che hanno dato vita a testi narrativi nei quali hanno trasfuso il dramma dei nostri territori piagati dalla criminalità organizzata, ma hanno anche dato testimonianza della eroica e quotidiana resistenza che gli uomini e le donne delle province di Napoli e Caserta hanno saputo opporre alla fenomeno criminoso.

L’Amministrazione Comunale, attraverso l’Assessore alla Cultura, Antonio Taglialatela (nella foto) e l’Assessore alla Legalità, Mario Fusco, in prospettiva del Festival dell’impegno civile “Cittadini in Cammino” che si terrà a Casal di Principe a partire dal 19 giugno e si concluderà nella città di Mondragone il prossimo 21 giugno, promuoverà per le giornate del 29 maggio, 13 Giugno e 26 giugno, dalle ore 18.30 alle ore 20.30, presso la Sala Conferenze del Museo Civico di Mondragone”Biagio Greco” una serie di incontri con gli autori Pasquale Iorio “Il Sud che resiste”, Gianni Solino “Ragazzi della Terra di Nessuno” e, infine, Raffaele Sardo “La Bestia”.

Al di là degli echi mediatici dell’emergenza criminalità sul nostro sofferto territorio, l’iniziativa intende sottolineare l’impegno inflessibile su queste tematiche atto a favorire lo sviluppo e la pratica della legalità. Alla presenza degli Amministratori locali saranno invitate le Istituzioni scolastiche e i rappresentanti delle organizzazioni culturali e sociali del territorio.

“Si tratta di una idea – commentano gli assessori – che nasce dalla volontà di dare testimonianza che questi territori vogliono provare a reagire al fenomeno criminale. Crediamo che attraverso una politica nuova e trasparente diventa possibile diffondere una cultura civica diversa rispetto al passato, attenta ai valori della convivenza civile ed in totale rottura con la criminalità organizzata. La Letteratura diventa, per la prima volta a Mondragone, testimone del dramma che i nostri territori vivono ma anche della speranza che può nascere quando lo spirito civile si ribella ed una politica pulita sostiene questi processi virtuosi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico