Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Al via i contributi economici per le famiglie disagiate

Alessandro Rizzieri MONDRAGONE. Così come previsto dalla Programmazione Sociale della VI annualità dell’Ambito C9, di cui fanno parte i Comuni di Carinola, Cellole, Falciano del Massico, Mondragone e Sessa Aurunca, …

… stanno per essere affissi per le vie cittadine diversi Bandi Pubblici per l’erogazione di contributi economici a vantaggiodi famiglie disagiate e studenti in condizioni economiche precarie. Il primo Bando affisso riguarda le famiglie con figli minori che vivono in condizioni disagiate.
Il primocontributo ad essere attivato è quello destinato a nuclei familiari in oggettiva e temporanea difficoltà economica in cui sono presenti uno o più figli minorenni. A tal fine sono destinate risorse complessive per 24.500 euro. I nuclei familiari beneficiari riceveranno cinque buoni acquisto del valore di 100 euro ognuno per un totale di 500 euro da spendersi esclusivamente presso gli esercizi commerciali convenzionati con l’Ambito C9 per l’acquisto di generi alimentari di prima necessità ed abbigliamento non di lusso. Per tale motivo è stato affisso nei cinque comuni dell’Ambito C9 anche un avviso agli esercenti commerciali finalizzato proprio per aderire al costituendo Albo intercomunale dove potranno essere spesi questi buoni erogati.
Le famiglie potenziali beneficiarie potranno rivolgersi presso la Porta Unitaria di Accesso ubicata in via Matera e presso lo Sportello Sociale di Via Salerno dove potranno sia ritirare la modulistica che essere assistite nella compilazione delle istanze di accesso ai contributi.
“Stiamo dando vita a quella parte della programmazione sociale – commenta l’assessore Alessandro Rizzieriche prevede l’erogazione di contributi, sia in forma diretta che indiretta, rivolti sia a quellefamiglie particolarmente disagiate in cui siano presenti uno o più minoriche a studenti di famiglie disagiate. Si tratta di contributi mirati per il cui accesso sono previsti requisiti ben precisi, in quanto vogliamo garantire chedi tali sostegni possano beneficiare realmente chi ne ha bisogno. Il primo bando prevede risorse complessive per oltre 24mila euro e nelle prossime settimaneprocederemo alla pubblicazione dei successivi bandi. Colgol’occasione per sollecitare gli esercenti commerciali a manifestare la propria disponibilità e la propria desione all’Albo Intercomunale ove poter far spendere i buoni sociali, sulla falsariga di quanto già accade per i buoni pasto dei dipendenti comunali. Nel caso dell’Albo Intercomunale voglio precisare cheil bacino di utenza potrà essere maggiore in quanto i buonieorgati dagli altri comuni dell’Ambito C9 potranno essere spesi in tutti gli esercizi convenzionati, senzalimiti di residenza territoriale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico